L’Italvolley cede alla Francia 3-2, ai playoff ci sarà la Finlandia


Gli azzurri si arrendono al quinto dopo essere stati in vantaggio per 2-0 sulla Francia, c’è grande rammarico per aver perso una grande occasione

-Calogero Destro-

Ivan Zaytsev, grande protagonista del match contro la Francia(ph.romagnanoi.it)

Ivan Zaytsev, grande protagonista del match contro la Francia(ph.romagnanoi.it)

Al PalaVela di Torino l’Italia di mister Blencini cede per 3-2 alla favorita Francia  (vincitrice dell’ultima World League a Luglio) e deve accontentarsi del secondo posto nel pool D. Gli azzurri, dunque, dovranno passare dai playoff e affrontare la Finlandia, mentre i transalpini si qualificano  direttamente ai quarti di finale.

La partita– L’Italia parte a rallentatore, un po’ per la tensione legata all’importanza del match, un po’ perché i transalpini chiudono le diagonali di Juantorena e Zaytsev calando, con Le Goff e Le Roux, dei muri che sembrano davvero insormontabili. Ma al rientro dal primo time out tecnico c’è un’altra squadra sul campo: le direttive di Blencini sortiscono l’effetto sperato e gli azzurri, grazie alle giocate di Giannelli, Piano e un super Juantorena, riescono addirittura a passare in vantaggio (18-17) e a portare a casa un set tiratissimo (25-23). Il secondo set scivola via veloce sull’inerzia tutta per i padroni di casa, anche se in chiusura la Francia prova a rifarsi sotto grazie alle bombe Ngapeth, ma non basta: è 2-0 Italia (25-21), che vede vicinissimo lo striscione del traguardo. Nel terzo set, però, torna a regnare il filo dell’equilibrio, con i ragazzi di coach Tillie che riescono a rimanere in partita grazie agli aces di Le Roux, i micidiali colpi del solito Ngapeth e le gran difese di Tillie Jr, chiudendo il set sul (25-19) e prolungando il match. Il quarto set è un monologo della Francia, che riesce a mantenere sempre un ottimo vantaggio e chiude 25-17 sui resti di un’Italia sempre più incostante e che, nonostante i tanti cambi, appare oltremodo stremata. Si va allora al tie break: le due squadre si rispondono colpo su colpo, l’Italia va al time out tecnico grazie alle decisive schiacciate di uno strepitoso Juantorena, che però è croce e delizia azzurra, perché sul 12-11 per gli ospiti sbaglia una facile ricezione e consente ai transalpini di allungare definitivamente, con Ngapeth che mette un punto pesantissimo e  Pippo Lanza che avrebbe l’occasione di pareggiare a 14 ma sbaglia.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *