Livorno-Bologna: le parole di tutti i protagonisti


Dopo la sconfitta patita a Livorno, parlano il direttore sportivo Fusco, il tecnico Lopez, i rossoblù Zuculini e Oikonomou ma anche il presidente Tacopina con una nota dagli Stati Uniti

– di Marco Vigarani –

Filippo Fusco si è assunto le proprie responsabilità nel post match contro l'Entella

Fusco è tornato a parlare dopo la sconfitta di Livorno

Dopo una brutta sconfitta, il primo a parlare per il Bologna è il direttore sportivo Filippo Fusco che torna ad incontrare i cronisti dopo svariate settimane e dice: “Siamo stati penalizzati da alcuni episodi contro una grande squadra come il Livorno che ad un certo punto è passata al 4-2-4 a cui Lopez ha reagito giustamente coprendosi maggiormente sugli esterni scegliendo il 4-4-2. Peccato perchè meritavamo un risultato positivo e almeno un pareggio. Per quanto riguarda il mio futuro continuo a lavorare con orgoglio e passione come se dovessi restare qui altri dieci anni, poi il fatto che si possa pensare ad un grande professionista come Corvino è sintomo dell’ambizione della nuova proprietà“.

Successivamente tocca a Franco Zuculini, autore di un gol e mezzo nella sfortunata giornata di Livorno, che precisa: “Nel primo tempo non è stata una bella gara e ha prevalso la paura di rischiare troppo mentre invece nella ripresa ci sono stati gol, furia agonistica e grande impegno da parte di tutti. Alla fine loro hanno avuto più fortuna ma comunque abbiamo giocato una grande partita e non dobbiamo buttare via tutto perchè come non avevamo vinto nulla prima, non abbiamo perso nulla oggi. Sul cambio devo accettarlo come tutte le decisioni del mister che avrà avuto i suoi motivi“.

Diego Lopez nel dopopartita

Diego Lopez nel dopopartita

Arriva quindi il momento del tecnico Diego Lopez che si presenta in conferenza stampa per analizzare la sconfitta con queste parole: “Abbiamo commesso errori sui gol subiti e li abbiamo pagati a caro prezzo. Rilevo più colpe nostre che meriti del Livorno ma comunque ora dobbiamo avere la forza per ripartire e guardare avanti imparando la lezione. Pur non essendo stati brillanti come in altre occasioni abbiamo avuto la possibilità anche di vincere qui, ma non siamo stati bravi a gestire la partita. Si può e si deve fare meglio: basti pensare che abbiamo subito un contropiede sul 2-2 che ha consentito a loro di segnare il gol della vittoria. Però adesso pensiamo al Carpi che è una squadra che non è prima per caso ma che ha qualità importanti. I cambi erano inevitabili perchè Cacia e Zuculini erano stanchi e ne ho approfittato per potenziare le fasce visto che loro stavano spingendo molto. Garics ha avuto la possibilità di giocare perchè lo vedo durante la settimana e credo che se la meritasse“.

Voce anche a Marios Oikonomou, autore anche oggi di una buona gara: “Perdere non ci piace – dice il difensore greco – soprattutto in questo modo, potevamo gestirla meglio, avevamo qualche spazio per fare male. Poi volevamo tenere il risultato e ci siamo un po’ chiusi dietro. Cominciamo da subito e prepararci per il Carpi, sarà una partita da vincere“.

Joe Tacopina è tornato a Bologna

Tacopina tornerà martedì a Bologna

Direttamente dagli USA arriva quindi anche la nota sul sito ufficiale del club con cui esprime il suo pensiero anche il presidente Joe Tacopina: “Dispiace perdere in questo modo perché siamo stati due volte in vantaggio e ci siamo creati le occasioni per chiudere la gara. Abbiamo comunque dimostrato carattere e questo conta aldilà del risultato. Ora dobbiamo guardare oltre e andare avanti. Non possiamo certo pensare di poter vincere ogni partita, ma ciò che è importante è il modo in cui ci rialzeremo dopo questa sconfitta. La squadra ha lo spirito giusto e sono certo che sapremo riscattarci già contro il Carpi“. Il presidente rossoblù è atteso in città nella giornata di martedì insieme ai suoi soci per il CdA che definirà i ruoli nella nuova società e la suddivisione delle quote azionarie.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *