Lopez: “A Catania con personalità”


Mister Lopez, alla vigilia dell’impegno di Catania, traccia la strada per fare risultato. Personalità e attenzione alle loro individualità

– di Massimo Righi –

Diego Lopez in conferenza stampa

Diego Lopez in conferenza stampa

Alla vigilia di Catania-Bologna, mister Lopez ha parlato del big match in programma domani al Massimino: “E’ una partita da serie A fra due squadre dal passato importante. Sarà una delle migliori partite che offre la B”. Ed ha ragione il tecnico, che vuole un Bologna deciso e senza paura in quello che sarà un ambiente caldo, dove i rosso azzurri sanno farsi valere: “Il Catania in casa fa meglio che in trasferta. La squadra gioca bene e noi dobbiamo fare attenzione a giocatori come Calaiò, Rosina ed Almiron che sanno essere decisivi con una giocata, inoltre se ti prendono un metro sei fregato, bisogna stare attenti. Calaiò? È un attaccante molto bravo, sa fare di tutto; lo marcai quando giocava nel Napoli, va tenuto lontano dall’area. Resta comunque il fatto che il Bologna deve andare a giocarsela con personalità”. Peraltro in questo periodo, il calendario offre partite di un certo rilievo: “Saranno belle partite perché ci misureremo con squadre importanti e noi siamo pronti per affrontarle. Partiamo sapendo che sono avversarie che hanno qualità, ma noi andiamo ad affrontarle facendo la nostra partita, con personalità, come avevo chiesto a La Spezia. Ci giochiamo le nostre carte, possiamo fare bene”. In Sicilia mancherà Cacia, “non penso a questo, ho altre punte e mi concentro su quelle”, ma potrebbe essere il turno di Improta “il ragazzo sta crescendo, ha qualità e sta facendo bene. Mi baso sugli allenamenti e chi andrà in campo farà bene”, mentre Bentancourt “anche lui sta crescendo, davanti ha compagni che stanno facendo ottime cose e questo lo penalizza un po’”. Se Ceccarelli sarà out, per quanto riguarda Casarini invece: “Non è al massimo, è stato fuori per parecchio tempo e ci vorrà ancora un po’, ma sta già migliorando”. Dal punto di vista tattico, Lopez esclude cambi di modulo e non rivela eventuali avvicendamenti: “Il modulo rimarrà quello, ho altre punte oltre a Cacia e quindi non mi pongo il problema; se fossi a corto di attaccanti sarebbe un altro discorso, ma non mi pare il caso. Quel che conta è continuare a lavorare e soffrire di squadra, è una cosa sulla quale lavoro dal primo giorno a Sestola. A Pescara per esempio è andata così, nonostante siamo rimasti a lungo con un uomo in meno, abbiamo retto bene e abbiamo portato a casa il risultato”. Il Bologna è favorito dai bookmakers per la vittoria del campionato e Lopez si mostra piacevolmente sorpreso: “Mi fa piacere, non era mai successo prima. Credo che i ragazzi se lo meritino per quello che stanno mostrando in campo”.

Inevitabile qualche accenno sull’arrivo di Saputo in città, dopo la modifica dell’organigramma che lo vede come Chairman del club: “Fa piacere che arrivi, per noi è importante che la società sia presente – escludendo però una loro presenza a Catania, Lopez aggiunge – a La Spezia siamo stati contenti che ci fosse il presidente, è importante la sua presenza. Saputo? Ci ho parlato venerdì scorso prima della partita”. Un uomo che sta spesso vicino alla squadra è Marco Di Vaio e Lopez apprezza: “La sua è una presenza importante, ha esperienza e conosce bene l’ambiente, visto che l’ha vissuto a lungo. Quel che dice è ben accetto, soprattutto agli attaccanti che possono beneficiare dei suoi consigli preziosi”. Senza fare previsioni a lungo termine, anche il mister, come Bessa, si augura che il 28 dicembre il Bologna possa guidare la classifica: “Sarebbe bello certo, dobbiamo però far parlare il campo coi fatti”. Infine, si scopre che Lopez concorda con Aldo Agroppi riguardo all’affermazione “i bravi allenatori sono quelli che fanno meno danni”, dichiarando: “Sono d’accordo, eccome. A determinare il risultato sono i giocatori, sono loro che vanno in campo. Non sono venuto qui con la presunzione di insegnare calcio, io porto la mia idea poi sta nei ragazzi portare a casa il risultato”. La squadra partirà per Catania nel pomeriggio, mentre il fischio d’inizio è in programma per domani alle 15.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *