Lopez attacca: “Voglio più rispetto per me e per la squadra”


Irritato dalle voci su un suo incontro con Corvino, nella conferenza stampa pre Avellino il tecnico rossoblù Lopez si è sfogato chiedendo maggior rispetto nei confronti della sua squadra

– di Marco Vigarani –

Diego Lopez in conferenza stampa

Diego Lopez in conferenza stampa

Le voci su un suo incontro più o meno misterioso con Corvino non sono piaciute al tecnico Diego Lopez che ha aperto la conferenza stampa odierna con una puntualizzazione: “Non è vero che sono andato a Parma ad incontrare Corvino, non sapevo neanche chi fosse. Figuratevi se posso andare a vedere la partita del Cagliari, per di più chiedendo i biglietti a Fusco, per andare ad incontrare una persona che non è sotto contratto con la mia società. Su di me potete dire quello che volete riguardo la gestione della squadra, potete criticarmi perchè mi ritenete inesperto nonostante i due anni di Serie A a Cagliari, ma non accetto le bugie e le cattiverie. Le critiche e le voci su un nuovo allenatore fanno parte del gioco e ci stanno e non vi criticherò mai per quest. Questa storia però si aggiunge a quella sulla mia presunta discussione con Fusco in occasione di Sassuolo-Cagliari: vorrà dire che le partite che mi interessano me le guarderò tutte a casa in televisione“. Il tecnico rossoblù ha quindi voluto lanciare una seconda frecciata ai media dicendo: “Ho visto che in settimana si è parlato tanto delle difficoltà incontrate nel primo tempo contro il Frosinone ma che non è stata sottolineata abbastanza la nostra rimonta. Sono contento di quello che hanno fatto i ragazzi ai quali durante l’intervallo avevo chiesto una reazione di gruppo. In generale però mi sembra che si parli poco di quanto di buono viene fatto da questa squadra e credo che vada apprezzato e rispettato di più il lavoro dei ragazzi. Meritano di essere aiutati non perchè ne abbiano bisogno ma perchè si stanno impegnando davvero“.

Esaurito lo sfogo, Lopez ha quindi parlato del prossimo impegno di Avellino dicendo: “Sarà una gara difficile quasi quanto quella di Catania ma noi dobbiamo pensare a fare il nostro gioco con personalità ripartendo dal secondo tempo contro il Frosinone. La strada che abbiamo intrapreso è quella giusta e non intendo cambiare nulla ma ritengo che si debba soltanto migliorare e limitare sempre di più gli errori visto che ad esempio nell’ultima gara abbiamo subito due volte lo stesso blocco“. L’analisi si sposta quindi ai singoli interpreti: “Con Matuzalem recuperiamo un giocatore esperto che detta i tempi del nostro gioco e quindi molto importante che nell’ultima gara ho sostituito con Casarini anche pensando alla condizione fisica del ragazzo. Gli attaccanti invece magari possono aver fatto pochi gol ma credo che l’unica partita veramente sbagliata da Cacia sia stata quella contro il Frosinone mentre in tutte le altre occasioni si è reso molto utile. Anche Acquafresca ha avuto le sue occasioni ed insieme mi sembra che lavorino bene anche se voglio che trequartisti, mezzali e terzini li aiutino per non lasciarli mai da soli in mezzo all’area“. Infine Lopez si sofferma anche sulle importanti parole di stima spese ieri da Fenucci nei suoi confronti e sul mercato ormai imminente: “Mi fa piacere quello che ha detto Fenucci ma sinceramente non mi sono mai sentito abbandonato dalla società. Per quanto riguarda il mercato vi dico che ancora non ne ho neanche iniziato a parlare visto che ho davanti tre partite fondamentali“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *