Lopez: “Bravi con la Pro, ora a Lanciano con intensità”


Alla vigilia della sfida con il Lanciano, Lopez ha parlato della gara ritornando anche alla vittoria con la Pro Vercelli. Dopo la partita, il rompete le righe

– di Massimo Righi –

Diego Lopez in conferenza stampa

Diego Lopez in conferenza stampa

Prima della pausa del campionato, l’ultima fatica. Domani il Bologna di Lopez scende in campo a Lanciano e i rossoblù dovranno cercare di chiudere l’anno in bellezza dando continuità alla vittoria ottenuta con la Pro Vercelli, su cui proprio il mister torna con orgoglio: “Veniamo da una partita che è stata facile solo in apparenza. Loro sono una buona squadra e noi siamo stati bravi a restare concentrati e a non permettere di trovare spazi”. La partita si è messa subito bene per i rossoblù, grazie alla rete immediata di Improta: “Segnare subito aiuta e cambia la partita, poi siamo stati aiutati dall’autorete, ma intanto eravamo già in vantaggio. Nel finale abbiamo anche preso una traversa con l’aiuto del difensore, ma se non avesse preso la palla lui, l’avrebbe fatto Cacia che era in agguato” e a tal proposito, Lopez si è soffermato sull’attaccante calabrese: “Cacia sta facendo bene perché lavora e si fa vedere. Il gol gli manca, ma nelle occasioni che creiamo lui c’è sempre e si spende tanto” – così come Improta – “aveva giocato bene anche a Catania pur senza fare gol. Vorrei sempre avere a disposizione questa scelta, dovuta ai dubbi che mi mette la squadra quando sta facendo bene”. E proprio in tema di scelte, Lopez spiega come funziona il turnover per lui: “Va fatto, ma con criterio. Non si cambia tanto per cambiare. Bisogna vedere dagli allenamenti come vanno i ragazzi e valutare bene tanti fattori, fra cui la stanchezza”. La sorpresa della stagione per Lopez, arriva dal ricco bottino di reti da Laribi (5 gol): “Non mi aspettavo che segnasse così tanto, ma avrebbe anche potuto segnarne degli altri”. Archiviato però il risultato pieno ottenuto coi piemontesi, c’è stato giusto il tempo di fermarsi un giorno perché il Lanciano incombe, nonostante le assenze degli abruzzesi: “Mancano di alcuni uomini ma dobbiamo pensare poco a questo fatto, concentrandoci maggiormente su noi stessi. Continuare su questa strada è importante, andando in trasferta con la voglia di vincere che abbiamo avuto ovunque siamo andati a giocare. Servirà fare la prestazione e dare intensità, sapendo che ci troveremo di fronte ad una squadra che in casa va bene. Quindi stiamo attenti e concentrati prima di tutto”. Intanto la B ha riservato una sorpresa e una delusione per Lopez: “Il Carpi non è nemmeno più una rivelazione. Sono concreti, hanno una realtà meritevole. Credo possano arrivare fino alla fine anche se ancora non hanno avuto quel calo che hanno avuto altre. Il Catania sta invece attraversando un periodo difficile, ma per me ne può uscire perché ha gli uomini per rientrare in gioco. Rimane il fatto che questo campionato è equilibrato, la classifica è corta”. Cosa manca invece a questo Bologna per arrivare a quello ideale per Lopez: “Sono soddisfatto in realtà, perché ho una squadra che gioca a calcio arrivando spesso davanti al portiere e che crea molto. Era questo quel che avevo in mente”. Facendo un bilancio col passato cagliaritano, il mister elogia ulteriormente i suoi: “A Cagliari era diverso perché si poteva contare sul gruppo solido che negli anni si era formato e se qualcosa non andava c’era sempre quello su cui contare. Qui invece ci si è formati da zero in un momento di difficoltà e ci si è fatti forza compattando il gruppo, che si è unito e ha fatto qualcosa d’importante nonostante la situazione non facile. Credo che più di Cagliari, questo Bologna sia meritevole in questo”. Infine, Lopez ha tirato le somme del proprio 2014: “E’ stato un bell’anno, dove ho fatto la scelta di venire qui e di cui non mi sono pentito, nonostante le difficoltà che c’erano quando sono arrivato. Il mio scopo era dare il massimo; ho sempre avuto fiducia in questo gruppo, che infatti non ha mai mollato e lo ha dimostrato”. Guai invece a parlargli di mercato: “Non ho letto nulla e non parlo di argomenti che non riguardino la partita”. La squadra è partita per Lanciano alle 14, dopodiché ci sarà il rompete le righe fino al 7 gennaio, quando il gruppo riprenderà gli allenamenti (ai quali si dovrebbe unire anche Buchel), in vista della ripresa del campionato fissata per il 17 gennaio, quando ci sarà Bologna-Perugia per la prima sfida del girone di ritorno.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *