Lopez cambia e il Bologna torna a vincere


Successo importante del Bologna per 2-0 sul Livorno grazie al nuovo 3-5-2 scelto da Lopez. In gol Oikonomou e Sansone

– di Marco Vigarani –

Il Bologna festeggia il 2-0 siglato da Sansone

Il Bologna festeggia il 2-0 siglato da Sansone

Spinto da una critica sempre più consistente da parte del pubblico e magari anche pungolato dalle parole spese nei suoi confronti dall’ex presidente Cellino, Diego Lopez ha cambiato il suo Bologna e alla fine ha avuto ragione. I rossoblù si sono presentati in campo contro il Livorno con un inedito 3-5-2 con Morleo e Casarini larghi ed il terzetto Oikonomou-Gastaldello-Maietta a montare la guardia davanti alla porta. Anche gli uomini di Panucci sono scesi in campo con lo stesso modulo affidandosi agli ex rossoblù Siligardi e Vantaggiato per attaccare Da Costa cercando di sfondare subito per vie centrali.

Fasi di gioco con Zuculini protagonista

Fasi di gioco con Zuculini protagonista

Il Bologna ha avuto bisogno di un quarto d’ora per capire il punto debole dei toscani ed iniziare a martellare con continuità sulla fascia destra grazie alle combinazioni vincenti di Casarini e Zuculini. Proprio l’argentino è stato protagonista della prima frazione confezionando prima un assist prezioso che Cacia ha però sprecato calciando sul portiere (15′) poi anche un pallone arretrato su cui Sansone si è avventato con un secondo di ritardo permettendo alla difesa amaranto di chiudersi (27′). Con un Bologna molto più vivo in fase offensiva anche grazie a qualche tentativo da parte dei difensori, la prima vera occasione per il Livorno è arrivata poco prima dell’intervallo con una bella punizione di Vantaggiato che ha aperto la barriera ma trovato pronto Da Costa in due tempi a sventare la minaccia.

Il Bologna batte il Livorno: è festa al Dall'Ara

Il Bologna batte il Livorno: è festa al Dall’Ara

Lo stesso attaccante è stato protagonista di un bell’inserimento in avvio di ripresa trovando però l’ottima opposizione di Maietta mentre in attacco il Bologna ha tentato subito la sorte con soluzioni dalla distanza firmate da Morleo e Matuzalem. Al quarto d’ora però è arrivato il tanto agognato gol con Mazzoni ed Emerson ad ostacolarsi in uscita lasciando la palla a disposizione di Oikonomou che non ha dovuto fare altro che depositare in rete. Sbloccata la gara ed anche la testa, i rossoblù hanno preso coraggio interpretando la partita con maggiore verve nonostante l’infortunio di Maietta che ha dovuto cedere il posto a Ferrari e poco dopo la mezzora hanno anche messo al sicuro la vittoria. Cacia ha servito una palla intelligente a Sansone nel cuore dell’area, l’ex sampdoriano ha controllato e con freddezza infilato Mazzoni in uscita liberando la gioia del Dall’Ara. Usciti anche Morleo per Masina e Zuculini per Bessa, il Bologna non ha più corso praticamente pericoli fino ai minuti finali in cui Djokovic, Ceccherini ed il subentrato Galabinov hanno tentato la sorte con il bulgaro abile a colpire anche un palo.

I rossoblù sono quindi finalmente usciti dal campo del Dall’Ara con tre punti al termine di una prestazione positiva e convincente alimentata anche da due gol che il pubblico bolognese attendeva ormai da troppo tempo. Il nuovo modulo ha dato al Bologna maggiore spinta offensiva e prodotto un gioco arioso in grado di aprire la difesa avversaria con buone combinazioni sugli esterni. Va così in archivio con una vittoria il primo scontro diretto di questo finale di stagione in Serie B che vedrà i rossoblù di Lopez tornare in campo già mercoledì a Carpi.

Print Friendly



One thought on “Lopez cambia e il Bologna torna a vincere

  1. Giuseppe Sasdelli

    Personalmente non ho mai chiesto la testa di LOPEZ perche’ non si puo’ esonerare un’allenatore secondo in classifica anche se secondo me non li metteva in condizioni di esprimersi al meglio.
    Ma secondo voi e’solo un caso che con i cambio di modulo si e’ vinto e convinto?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *