Lopez: “Dobbiamo essere più concentrati”


Diego Lopez ha parlato con la stampa alla vigilia dell’impegno di Terni, domani sera. Ancora una volta, il mister ha chiesto la massima concentrazione ai suoi ragazzi

– di Massimo Righi –

Diego Lopez, in conferenza stampa a Casteldebole

Diego Lopez, in conferenza stampa a Casteldebole

La parola d’ordine è “concentrazione”, non bisogna concedere nulla a nessuno, altrimenti sono guai. Il concetto è chiaro e mister Lopez lo ribadisce ancora una volta, richiamando in causa la sconfitta col Crotone di sabato scorso: “Il primo tempo col Crotone è stato equilibrato, abbiamo rischiato poco e creato qualcosa in più rispetto alle ultime gare in casa, arrivando ad attaccare con più uomini. Dobbiamo però essere più bravi ad approfittare delle occasioni. Il gol subito in apertura di ripresa, che non ho visto perché stavo parlando con il mio collaboratore, ci ha sorpreso e per questo serve maggior concentrazione. Avremmo dovuto limitare gli errori, ribaltare la situazione e stare più attenti. Ora c’è subito la Ternana, fuori casa, dove le prestazioni dicono che abbiamo fatto meglio. Prendiamo questo dato e cerchiamo di migliorare e completarci anche in casa”. Il Bologna è una squadra che non si è mai plasmata sugli avversari, che ha seguito le indicazioni del proprio tecnico: “Le situazioni sono sempre differenti. Io vengo da una squadra che si conosceva a memoria e giocava in un certo modo. Qui le cose sono diverse perché la squadra è nuova, ma arriveremo a giocare bene, anche se il tempo è poco”. Per Lopez il Bologna continua a mettersi in difficoltà da solo: “Facciamo errori in fase di possesso e così ci mettiamo in difficoltà da soli. Spesso i gol che subiamo nascono da questi episodi. Colpa della difesa? Per me non è così, è un discorso più ampio e che rivela la mancanza di concentrazione com’è successo sul loro gol (il primo del Crotone n.d.r.); invece bisogna stare attenti sin da subito, appena si entra in campo”. Riguardo alla formazione ed alle possibili novità: “Sto valutando di fare qualche cambio, deciderò domani. Acquafresca e Cacia? Per me possono giocare assieme, non mi pongo il problema della convivenza. Robert col Crotone ha fatto bene, ma non ha disputato la sua miglior partita. Cacia è bravo a crearsi spazio, si muove bene ed è intelligente. Casarini? Sta meglio, non sarà al cento per cento ma si è allenato ed è disponibile”. Quel che il mister ha detto nello spogliatoio rimane là dentro, ma il succo del messaggio è chiaro: “Ha detto ai ragazzi di non spaventarsi per la situazione, siamo in costruzione è vero, ma dobbiamo cercare di limitare gli errori. Non dobbiamo mollare, ma combattere e capire come migliorare per affrontare la prossima partita”. Proprio certe distrazioni si pagano, dai più giovani ai più esperti: “Paez va troppo presto per terra, è vero, ma sbagliano tutti. In B ci sono attaccanti di qualità, devi stare in piedi il più possibile. Credo nei giovani, devono entrare in un contesto coi più grandi e i più esperti li devono aiutare nelle difficoltà, come fu a Cagliari l’anno scorso – poi prosegue più in generale – lo so che certi errori non si devono fare, ma capita di ripeterli. Dobbiamo indubbiamente fare meglio e soprattutto essere consapevoli che non puoi concedere nemmeno un minuto agli avversari”. Infine, due parole sugli avversari: “La Ternana è una buona squadra, che ha cambiato poco; sappiamo contro chi andiamo a giocare. Hanno due attaccanti diversi come Avenatti e Ceravolo che si completano bene. Il primo lo conosco bene, può diventare fortissimo. Inoltre hanno un giocatore come Viola, mancino, al quale dovremmo stare molto attenti”. L’appuntamento è fissato a domani sera alle 20.30 allo stadio Liberati di Terni, arbitrerà Minelli di Varese.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *