Lopez: “Dobbiamo migliorare il nostro gioco”


Domani il Bologna torna in campo al Dall’Ara contro la Ternana dopo sei risultati utili consecutivi. Ecco come Diego Lopez presenta la sfida

– di Marco Vigarani –

Diego Lopez nel post partita

Diego Lopez davanti ai microfoni della stampa

Cinque vittorie ed un pareggio, una galoppata importante alle spalle ma un campionato ancora tutto da giocare davanti. Il Bologna di Diego Lopez ha fatto tanto ma in realtà deve continuare a lavorare per ottenere il risultato prefisso ed il tecnico continua ad essere prudente: “Questa squadra deve e può migliorare ancora. Riconosco che nelle ultime partite magari la qualità del gioco non è stata al livello di quella mostrata in altre occasioni come ad esempio contro il Carpi ma dobbiamo sempre tenere conto anche dell’avversario. L’esempio migliore è il Crotone che ora è in una posizione di classifica difficile e quindi ha fatto una gara molto diversa da quella del girone d’andata. Noi però dobbiamo continuare a lavorare su noi stessi per velocizzare il gioco e limitare gli errori“. Il tecnico scende poi nello specifico: “Faccio l’esempio di Laribi che è uno dei ragazzi che stanno facendo meglio ma che comunque a volte sbaglia le scelte nelle ripartenze. Quella è una fase di gioco in cui dobbiamo crescere perchè a volte sprechiamo la superiorità numerica senza neanche riuscire a tirare in porta e non possiamo permettercelo. Lo scopo del nostro gioco è ottenere il risultato ma con esso cerchiamo anche di giocare un buon calcio arrivando davanti alla porta con continuità, ma tutti questi aspetti vanno migliorati giorno dopo giorno“.

Franco Zuculini, in conferenza stampa

Franco Zuculini sarà ancora bocciato da Lopez?

Si passa quindi a parlare della formazione per domani: “Matuzalem sta bene – afferma Lopez – e non ho dubbi sull’undici che manderò in campo. Se mi chiedete se ci saranno sorprese vi dico di no perchè tutto quello che facciamo in partita è stato provato in allenamento: nel calcio non si inventa niente. Zuculini sta bene ma non mi sembra che senza di lui la squadra stia giocando peggio quindi faccio le mie scelte di volta in volta così come sto valutando le alternative che mi offre un attacco con giocatori con caratteristiche tanto diverse“. L’avversario di domani inoltre merita rispetto e infatti l’allenatore rossoblù spiega: “La Ternana è una formazione che ottiene ottimi risultati in trasferta, hanno cambiato il modulo con un giocatore di qualità come Falletti. Tesser è un bravissimo allenatore ed un’ottima persona che ho avuto come mister a Cagliari in un’annata sfortunata“. Proprio partendo dalla sua esperienza in terra sarda poi Lopez torna sulle motivazioni che guidano le sue scelte: “A Cagliari è come a Bologna, non mi sento sotto una pressione particolare. Sapevo sin dal principio che avevo una responsabilità importante e cerco sempre di mandare in campo la miglior formazione possibile. Faccio le mie scelte in maniera consapevole e me ne assumo pienamente la responsabilità. Mi fido di questi ragazzi indistintamente da quelli che c’erano già e da quelli che sono arrivati dopo: per me è un unico grande gruppo di cui si parla bene e questo mi fa piacere. Ribadisco che il pericolo maggiore per noi è nella nostra testa e non dobbiamo dare nulla per scontato“. Infine Lopez non si fa trascinare dalle polemiche esterne al campo e dice: “Non commento le parole di Lotito ma credo che il campo parli sempre chiaramente e che siano i risultati a dire chi merita di vincere. Sui rigori è vero che ne abbiamo avuto solo uno a favore ma abbiamo creato anche qualche occasione in cui non ci sono stati concessi“.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *