Lopez è felice: “Questa è un’impresa del gruppo”


Dopo aver conquistato tre punti pesantissimi sul campo del Latina, ecco le parole del tecnico Lopez e dei giovani Masina e Bessa

– di Marco Vigarani –

Diego Lopez, oggi in conferenza stampa a Casteldebole

Diego Lopez ha avuto le risposte che voleva

È un Diego Lopez soddisfatto quello che si presenta davanti ai media dopo la vittoria sul campo del Latina: “Ieri avevo detto che non mi preoccupavo degli assenti – esordisce – perché la ritenevo una mancanza di rispetto nei confronti degli altri e oggi ho avuto le risposte che volevo da chi li ha sostituiti. Credo molto in questo gruppo e nelle sue possibilità di crescita, lo avevo detto già dopo Vicenza e oggi l’abbiamo dimostrato. Dobbiamo migliorare ancora tanto perché non basta portare in campo la maglia del Bologna ma bisogna andare a giocarsela ovunque e saper soffrire tutti insieme. Non si va da nessuna parte con i singoli, serve sempre il collettivo“. Il tecnico rossoblù riconosce poi l’onore delle armi agli avversari odierni dicendo: “Il Latina ci ha messi in difficoltà soprattutto nella ripresa perché è una buona squadra che magari non sta vivendo un gran momento ma che può contare su individualità importanti come Sforzini che in Serie B fa la differenza. Anche l’ingresso di Mangni ci ha messi in difficoltà perché è un giocatore rapido e potente difficile da marcare“. Il suo Bologna oggi però non solo è stato più forte delle assenze ma ha mostrato anche un grande spirito di adattamento: “Ad un certo punto della gara ho schierato il 4-4-2 arretrando Laribi – spiega Lopezperché dovevamo provare a limitarli sulle fasce poi l’ho spostato di nuovo mettendolo in posizione avanzata perché Bessa era affaticato e ho deciso di inserire Scalini, un ragazzo che avevo visto nelle sfide contro la Primavera e che mi ha dato una mano in un reparto in cui avevo qualche problema. Anche per Masina non era facile ma è stato bravo e mi ha dato chili e centimetri“. Ancora a secco invece Cacia e Acquafresca a proposito dei quali però il mister dice: “Non va sottovalutato il loro gran lavoro oscuro per il bene della squadra: sicuramente manca il gol ma lo troveranno“. Una battuta anche per Guaraldi, presente in tribuna e salutato dai fischi nel finale dai tifosi presenti in trasferta: “Alla fine ci siamo salutati ed era contento per la vittoria quindi ci ha fatto i complimenti. Non ci ha detto niente di più“.

Nel giorno del suo esordio con la maglia del Bologna parla anche Adam Masina che dice: “Speravo di poter giocare perché è sempre un piacere scendere in campo. Il mister fa le sue scelte, mi ha fatto partire dalla panchina per poi darmi fiducia ed è andata bene quindi lo ringrazio. Sono parecchio felice perché questo esordio per me è un’emozione unica. Sono partito dagli Esordienti con questa maglia ed essere arrivato in prima squadra è molto difficile anche statisticamente. Lopez mi ha fatto giocare a centrocampo per tenere coperta la loro fascia destra d’attacco e alla fine ho avuto anche un’opportunità per segnare ma non è andata: peccato. Sarebbe stato fin troppo bello forse. Dedico questo esordio a me stesso per tutti gli sforzi che faccio e poi a chi mi sta vicino e mi vuole bene“.

Daniel Bessa, centrocampista rossoblù

Daniel Bessa, centrocampista rossoblù

Parla quindi anche Daniel Bessa, uno dei grandi protagonisti della gara che dichiara: “Sono contento per la squadra perché abbiamo fatto una grande partita tutti insieme. Non era facile qui a Latina. Alla fine ero stanco ma i compagni mi hanno dato il loro supporto dal primo all’ultimo minuto. Abbiamo un gruppo fantastico che fa stare tutti tranquilli soprattutto noi che siamo più giovani e abbiamo meno esperienza. Sappiamo che saranno tutte battaglie, questa l’abbiamo vinta e adesso pensiamo al Varese. Sono contento di aver dato una mano ai compagni devo migliorare tanto sto riprendendo da un brutto infortunio quindi ho margini di crescita e con questo gruppo ogni giorno imparo qualcosa. Ho sempre detto di essere qui per dare una mano al Bologna in qualsiasi ruolo quindi il mister mi sta insegnando a giocare in varie zone del campo e spero di farlo bene per aiutare la squadra“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *