Lopez: “Spero in Maietta o Ferrari, non giocheremo per il pari”


Il tecnico Diego Lopez si presenta in conferenza stampa per presentare la sfida tra Carpi e Bologna nella quale spera di trovare continuità dopo la vittoria contro il Livorno

– di Marco Vigarani –

Diego Lopez in conferenza stampa

Diego Lopez in conferenza stampa

La vittoria di sabato è ormai alle spalle e domani il Bologna andrà a Carpi ad affrontare la capolista in un derby atteso da mesi per misurare la vera forza dei rossoblù. Il tecnico Diego Lopez però dovrà fare i conti con qualche problema in difesa ed in conferenza stampa spiega: “Maietta sta migliorando ma aspetto anche di vedere quanto giocherà stasera Ferrari in Nazionale. Spero di avere buone notizie domattina quando faremo l’ultimo allenamento qui prima di partire per Carpi e nel caso di poterli inserire tra i convocati. Qualora avessi bisogno però sono consapevole del fatto che Masina ha tutto per poter giocare centrale: deve solo stare più concentrato ma è giovane ed è normale avere qualcosa da imparare. Non escludo comunque di poter tornare alla difesa a quattro: in realtà ho già la mia idea tattica ma farò le ultime scelte solo domani in base ai difensori che saranno disponibili. Credo però che nella lista dei convocati ci saranno di nuovo Krsticic e Mancosu che lavorano col gruppo da un paio di giorni e potrebbero dare una mano da subentranti nel finale di gara“. La novità di giornata è quindi l’assenza del ritiro prepartita visto che i rossoblù oggi passeranno la serata in casa propria per tornare domani a Casteldebole per la rifinitura e solo dopo partire alla volta di Carpi per uno spuntino e preparare gli ultimi dettagli della sfida: “Sono ragazzi grandi – spiega il mister – e anche quelli giovani sono maturi: mi fido di loro e non c’è bisogno di andare in ritiro stasera“.

Domenico Maietta in conferenza stampa

Lopez confida nel recupero di Maietta

Lopez apre quindi un’ampia pagina dedicata all’avversario di domani di cui analizza pregi e potenzialità: “La grande forza del Carpi credo che sia l’umiltà che deriva dal loro allenatore Castori che sta dimostrando sul campo di essere un grande professionista. Il loro primo posto è assolutamente meritato perchè sono la squadra più forte, mi piace come interpretano il calcio senza fare troppo possesso palla ma attaccando sempre con aggressività gli spazi e spingendo gli avversari a giocare male. Credo che domani vedremo una partita bella oltre che importante e sono convinto che noi abbiamo tutte le potenzialità per raggiungere il risultato attraverso una grande prestazione. Vi assicuro che non mi sfiora neanche l’idea di andare a giocare per il pareggio e anzi se fosse così sarebbe meglio stare a casa. Noi abbiamo sempre rispettato tutti gli avversari scendendo in campo con la nostra mentalità a prescindere dal fatto che fossero il Carpi o il Cittadella. All’andata disputammo una buona partita ma fummo sfortunati. In particolare mi aspetto un Carpi che potrebbe tornare al 4-4-1-1 ma che soprattutto vorrà vincere quanto noi per dimostrare la propria forza“. Si parla infine con l’allenatore del cambio di modulo visto contro il Livorno: “Abbiamo fatto una buona prestazione rischiando molto meno rispetto ad altre occasioni ma non credo che sia dipeso esclusivamente dalla difesa a tre che comunque mi permette di dare nuovamente spazio ad un ragazzo come Oikonomou che lavora bene e può essere decisivo anche in fase offensiva. Quello che conta è sempre la mentalità ed il modello della miglior partita stagionale per me resta quella di La Spezia“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *