L’oro del Bologna è in trasferta


Stilando una classifica dell’andamento del Bologna in trasferta, i rossoblù risultano i primi della B per punti raccolti. In casa invece, la media è decisamente più bassa

– di Massimo Righi –

L'abbraccio fai giocatori del Bologna dopo il raddoppio a Latina (ph Bologna)

L’abbraccio fai giocatori del Bologna dopo il raddoppio a Latina (ph Bologna)

Home sweet home? Neanche per sogno. O almeno, non per il Bologna 2014/15. Il club rossoblù infatti, sta dimostrando di essere la tipica squadra da trasferta, dal momento che proprio lontano dal Dall’Ara ha raccolto la maggior parte dei propri punti. Guardando al presente, numeri alla mano, il Bologna risulta essere in serie positiva da 7 partite, di cui 4 partite giocate in casa e 3 in trasferta. Dei 17 punti raccolti in questo periodo florido, i rossoblù ne hanno conquistati 8 in casa, 2 vittorie con Pro Vercelli e Perugia, 2 pareggi con Pescara e Ternana e 9 in trasferta, giocando addirittura una partita in meno, in virtù delle 3 vittorie inanellate fra Lanciano, Chiavari e Crotone.

Se si dà un’occhiata generale alla stagione del Bologna, esce un dato estremamente significativo e cioè che il club allenato da Diego Lopez è la squadra della serie B con il miglior andamento fuori casa. Stilando una classifica che considera solo le partite giocate lontano dal campo amico infatti, il Bologna è primo con 21 punti raccolti a pari merito con il Carpi, avendo vinto 6 gare (nessuno ha fatto meglio), pareggiate 4 e perse solo 3, con 18 reti segnate e 14 subite. Al contrario, ricostruendo una classifica delle partite giocate in casa, i felsinei sono addirittura undicesimi, con soli 22 punti guadagnati al Dall’Ara, frutto di 6 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte, con appena 17 reti segnate e 9 incassate. Il Bologna dunque, segna e vince di più lontano dalla propria casa e sta costruendo le basi per la promozione in A, ovvero l’obiettivo dichiarato, sul proprio andamento esterno.

Dal momento che, come pare, il Bologna si trova più a suo agio fuori casa, riassumiamo le sfide esterne che mancano ai rossoblù di qui alla fine del campionato: Cittadella, Varese, Trapani, Carpi, Brescia, Bari, Frosinone e Pro Vercelli. Partendo dal presupposto che non esistono gare semplici e che il calcio è tutto fuorché una scienza esatta, stando alla classifica, le sfide più complesse sono quelle di Carpi e Frosinone, al momento rivali per la corsa alla A. Ciò detto, per puntare al ritorno nella massima divisione, è importante che il trend casalingo della squadra migliori quanto prima, perché col passare del tempo i punti diventano sempre più pesanti e le partite più insidiose: pertanto, iniziare a vincere con continuità anche in casa, mantenendo comunque elevata la media punti in trasferta, diventerà fondamentale.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *