Magie di Borini e Sansone, doppio Moscardelli e torna Matuzalem


Gol splendidi realizzati da Borini e Sansone ma anche tanti altri protagonisti tra gli ex rossoblù di un 2016 che si chiude con il ritorno di Matuzalem

– di Marco Vigarani –

La splendida coordinazione di Borini per il gol segnato allo United (ph. Twitter)

La splendida coordinazione di Borini per il gol segnato allo United (ph. Twitter)

Edizione di fine anno particolarmente ricca per la nostra rubrica dedicata agli ex rossoblù, protagonisti di numerose prodezze soprattutto in Italia visto che Serie B e Lega Pro hanno giocato fino a ieri sera. Nell’ultimo turno di Serie A prima della sosta comunque hanno regalato assist vincenti sia Alessandro Diamanti che Davide Di Gennaro ma soprattutto è tornato al gol Manolo Gabbiadini. Il centravanti ha realizzato nel finale di gara il rigore del 3-3 finale tra Fiorentina e Napoli: sarà stata la sua ultima rete in maglia azzurra e magari anche nel campionato italiano? A proposito di estero, arriva qualche annotazione importante anche dal Nord Europa. Frederik Sorensen ha regalato un bell’assist ad un compagno di squadra in Colonia-Leverkusen, Ishak Belfodil ha trasformato il rigore del 2-2 in Sint Truiden-Standard Liegi ma soprattutto Fabio Borini ha interrotto un lungo digiuno con una splendida marcatura. Nei minuti finali della gara contro lo United ha sorpreso De Gea con un tiro imprendibile dal limite dell’area che si è infilato all’incrocio dei pali con una traiettoria velenosissima. Per il centravanti di scuola rossoblù si stanno riaprendo anche le porte per un ritorno in Serie A.

Gianluca Sansone (ph. Getty Images)

Quarto gol stagionale per Gianluca Sansone a Novara (ph. Getty Images)

Nel turno natalizio della Serie B sono arrivati due assist decisivi per Franco Brienza e, più insolitamente, per Marco Crimi che ha verticalizzato magistralmente dopo un bel recupero a centrocampo. Gol direttamente su calcio di punizione invece per il centravanti Andrej Galabinov nella pesante sconfitta del suo Novara contro l’Entella. Lo stesso bulgaro si è ripetuto ieri sera dai trenta metri ma la sua esecuzione è stata messa in ombra dal bolide di Gianluca Sansone che si è infilato in porta partendo a quasi quaranta metri dalla porta del Carpi: una punizione da antologia. Se lo Spezia si lamenta per l’espulsione eccessiva di Nico Pulzetti nella gara contro il Vicenza, la Salernitana gioisce per il ritorno dopo la squalifica di Massimo Coda, a segno contro il Perugia con un bel diagonale decisivo e di nuovo nel mirino anche della Serie A in chiave mercato. Nel netto successo del Verona sul Cesena poi hanno trovato gloria non solo Daniel Bessa con un bel tiro al volo dal limite dell’area ma anche Dejan Boldor, centrale rumeno di proprietà del Bologna che ha siglato il definitivo 3-0 con un’imperiosa incornata di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Moscardelli (ph. La Nazione)

Con la doppietta di ieri, Moscardelli sale a quota 9 gol stagionali nell’Arezzo (ph. La Nazione)

A proposito di ingressi in campo decisivi, è impossibile non citare, scendendo di categoria fino alla Lega Pro, l’impatto avuto da Davide Moscardelli nella sfida tra Arezzo e Carrarese. Il barbuto centravanti bianconero, reduce da due giornate di squalifica, è entrato in campo al 54esimo e si è scatenato con una doppietta di pregevole fattura realizzata in appena cinque minuti (72′ e 77′) che ha regalato il successo ai padroni di casa: sono già nove i gol stagionali per lui. Registrato l’assist vincente di Marti Riverola nella vittoria del Foggia sul Siracusa ed il perfetto contropiede finalizzato da Luca Giannone per il primo gol della Casertana a Monopoli, dobbiamo scendere ancora di categoria per incontrare di nuovo un ex rossoblù. Prima di Natale infatti è tornato in campo il brasiliano Francelino Matuzalem vestendo la maglia del Monterosi nella sfida contro la Triestina valevole per il campionato di Serie D. Entrato al 79esimo si è subito reso protagonista di un calcio di punizione velenoso trasformato in gol da un compagno ma poi ha rimediato anche la sua prima ammonizione di questa nuova avventura.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *