Mancini: “Verdi può giocare trequartista, Balotelli ha grandi qualità”


Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Olanda, in programma domani sera allo Juventus Stadium. Prima da titolare per Simone Verdi

– di Calogero Destro –

Terza partita sulla panchina azzurra per Mancini: stasera sfida contro l’Olanda (ph. Zim., bio)

La sfida tra due grandi deluse, una partita utile per fare un bilancio dopo le prime due gare della gestione Mancini. Italia-Olanda è di certo la gara più importante in questo momento, perché dopo la vittoria contro la modesta Arabia Saudita e la debacle – non senza lottare – contro una Francia che appare tra le favorite alla prossima rassegna di Russia – incontrare gli “orange” significa, oltre che rivivere i fasti di un passato ormai lontano, affrontare una compagine del proprio livello, che sta cercando di ricostruire sui giovani: “E’ la gara che può dare indicazioni più credibili? E’ la terza, ma anche la seconda in tre giorni – spiega Mancini – e infatti li cambierò quasi tutti. Per me è stata molto importante la gara contro la Francia, molto indicativa. Ma anche l’Olanda sta ricostruendo come noi, e dunque può darmi buoni messaggi per il nostro futuro“.

Su Balotelli, tema sempre caro ai media nazionali, il tecnico jesino si è espresso così: “Ho avuto la fortuna di averlo da ragazzo, a 17 anni: aveva qualità incredibili e l’ho fatto giocare. Fece gol importanti alla fine del campionato, per aiutarci a vincerlo. Ha l’età dei miei figli, come tutti i ragazzi di questa età possono avere un debole e come tutti noi commettono errori: se fossero perfetti sarebbe un mondo perfetto. Ci vogliono giovani che sbagliano, siamo qui per aiutarli e correggerli. Ha grandi qualità: ne ha buttate un po’, ma per sua fortuna è giovane e ha molti anni davanti per rifarsi”.

Poi l’annuncio di diversi titolari, tra cui ci sarà Simone Verdi, per cui il Ct ha speso parole al miele: “Giocano Perin; Zappacosta, Rugani, Romagnoli e Criscito; Cristante, Jorginho e Bonaventura; Verdi, Belotti e Insigne. Verdi trequartista? è nato così e credo sia il suo ruolo naturale. Ma è in grado di giocare anche interno di centrocampo, se comincia a pensare di poterlo fare. Perché ha qualità, classe, e tecnica”.

Queste le probabili formazioni:

ITALIA (4-3-3): Perin; Zappacosta, Caldara, Romagnoli, Criscito; Cristante, Jorginho, Bonaventura; Verdi, Belotti, Insigne.

OLANDA (3-4-1-2): Cillessen; Van Dijk, De Vrij, Blind; Hateboer, Strootman, Propper, van Aanholt; Depay; Promes, Kluivert.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *