Marco Belinelli trionfa nella gara dei 3 punti all’All Star Weekend, una magia tra le stelle


“È un successo che a livello personale vale tantissimo, ma i miei obiettivi sono altri: voglio vincere l’anello Nba. Sono nell’albo d’oro insieme a dei mostri. Quattro errori iniziali, poi mi sono calmato e ho trovato fiducia: è la dimostrazione che sotto pressione so fare buone cose. Sono nell’albo d’oro insieme a uno come Larry Bird”.

Queste le parole del Beli alla conferenza stampa dopo il trofeo appena conquistato durante la gara da tre punti nell’ All Star Weekend.
Marco Belinelli, bolognese doc, non ha aspettato tanto per lasciare la sua firma, prima partecipazione, prima vittoria. Non male, soprattutto se consideriamo che il Beli doveva affrontare tiratori del calibro di Kyrie Irving oltre all’acclamatissimo Steph Curry, non una passeggiata insomma!
Un grandissimo successo per Belinelli, abile ad organizzarsi ed a sfruttare, per la prima volta in NBA, la posizione delle cosiddette palle magiche: palloni di diverso colore che a differenza dei soliti arancioni valgono doppio. Marco coraggiosamente li ha disposti alla fine, nell’ultimo carrello, a testimoniare che sotto pressione la mano resta calda come è successo l’anno scorso ai playoff durante gara 7 con la sua ex squadra, i Chicago Bulls. Belinelli dopo aver superato il primo turno, al secondo realizza ben 19 punti con la vittoria incredibilmente e virtualmente già sua.
“Sì, pensavo di aver vinto, avevo già alzato le braccia. Ero felice e poi arrabbiato. Ma mi sono ripreso. Sono molto soddisfatto soprattutto per come ho gestito la tensione”.
Bradley Beal, altra stella dei Washington Wizards, nell’ultimo carrello pareggia mandando tutto allo spareggio. La delusione negli occhi del nostro italiano e la rabbia di dovere ripetere l’impresa dopo averla sfiorata e alzato le mani prima del verdetto finale.
Durante lo spareggio è fenomenale, e se Flavio Tranquillo in diretta su Sky a metà della sua prova urla ” è caldo come una stufa”, un motivo c’è eccome, Marco fa il record si serata con 24 punti. Troppo anche per l’emergente Beal.
Vittoria meritata e dedica al suo paese natio, San Giovanni in Persiceto, già omaggiato con la sigla SGP sulla linguetta delle scarpe. Bologna festeggia e si divide in due fazioni di tifosi che vogliono rivendicare  le origini cestistiche del Beli, bianconero o biancoblù? Poco importa a chi lo sport lo ama davvero, trionfa Bologna.
Intanto in Italia da ieri mattina ci si ricorda anche del basket e i quotidiani gli dedicano i meritati spazi dopo un’ impresa storica per la pallacanestro azzurra. In America invece restano tanti dubbi sulla manifestazione che a parte la sopracitata sfida rimane senza vera competizione e agonismo ma solamente un noioso spettacolo. Ció non ci fa togliere gli occhi dal risultato di Belinelli cha ha compiuto un’autentica magia nella serata delle stelle.

 

Davide Trebbi
twitter @Dave_Trebbi

Print Friendly, PDF & Email



2 thoughts on “Marco Belinelli trionfa nella gara dei 3 punti all’All Star Weekend, una magia tra le stelle

  1. Simone

    Korver quest’anno non c’era. E nel 2010 Gallinari partecipò alla gara del tiro da 3, quindi Belinelli è stato il primo italiano a vincere, ma non a partecipare.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *