Marquez vince in Australia e aiuta Rossi, super Iannone


A Phillip Island Rossi rischia di capitolare finendo solo quarto ma con la vittoria di Marquez conserva undici punti di vantaggio su Lorenzo, secondo. Splendida gara di Iannone su Ducati

– di Marco Vigarani –

Marquez vince a Phillip Island, Rossi è solo quarto (ph. Gazzetta dello Sport)

Marquez vince a Phillip Island, Rossi è solo quarto (ph. Gazzetta dello Sport)

Valentino Rossi ha rischiato di tornare a casa dall’Australia con un disastro sulla coscienza ma il destino e la bravura dei colleghi hanno evitato che ciò accadesse. Nella gara certamente più bella ed emozionante della stagione lo spettacolo sulla pista si è intrecciato ai conti della classifica ed il pilota pesarese, dopo un weekend disastroso, ha limitato i danni pur chiudendo fuori dal podio ed ora è ancora padrone del proprio destino perchè con 11 punti di vantaggio su Lorenzo possono bastargli anche due secondi posti nelle ultime corse per laurearsi campione. L’aiuto più consistente nella mattinata di Phillip Island per il Dottore è arrivato dal campione uscente Marquez che sulla Honda è rimasto a lungo nel gruppetto di testa trovando il momento giusto per dare l’assalto alla prima posizione dopo due GP da comparsa mentre l’avversario Lorenzo ha visto sfumare la seconda vittoria consecutiva. Questo può essere infatti un interessante piano di lettura di un finale di stagione che si svilupperà sui tracciati di Malesia e Valencia: il pilota spagnolo ha avuto a disposizione, per usare un termine tennistico, due breakpoint ma non è stato in grado di sfruttarli restando non solo alle spalle di Rossi ma ad una distanza di sicurezza che non lo rende padrone del proprio destino.

Splendido terzo posto di Iannone in Australia (ph. Gazzetta dello Sport)

Splendido terzo posto di Iannone in Australia (ph. Gazzetta dello Sport)

Esauriti i discorsi relativi alla lotta per il titolo, resta da commentare una gara magnifica in cui i sorpassi di qualità si sono susseguiti sin dai primi giri ed in particolare i primi tre sono stati un vero sussulto continuo di emozioni. I protagonisti di questo show però non sono stati soltanto i tre già citati ma ad essi si è aggiunto anche un fantastico Andrea Iannone su Ducati che è tornato a guidare su livelli altissimi non facendosi fermare neanche dallo scontro con un gabbiano. Il pilota in rosso si è preso di forza la terza posizione con un doppio sorpasso che ha escluso dal podio un Rossi che gli ha comunque tributato il giusto merito: “Iannone è stato bravissimo, nel corpo a corpo è forte e quando ti giochi il podio ognuno da il 100%. Ha sfruttato tutta la potenza della Ducati in rettilineo ed è stato bravo“. Il ducatista ha poi ammesso a sua volta: “In gara non pensi a quelli che si giocano il titolo e se hai la possibilità di fare punti la devi cogliere. Volevo il podio per difendere anche il quarto posto in classifica ma soprattutto per concretizzare il grande lavoro fatto in un weekend molto positivo“.

Classifica piloti
Rossi 296; Lorenzo 285; Marquez 222; Iannone 188; Pedrosa 165; Smith 158;, Dovizioso 153; Cruthclow 107; Petrucci 97; Espargaro P 96; Espargaro A 88; Vinales 84; Redding 78; Hernandez 49; Barbera 30; Baz, Bautista 28; Miller 17; Hayden 16; Bradl 11, Laverty 9; Nakasuga, Di Meglio, Pirro 8; Aoyama 5; Takahashi 4; De Angelis 2.

Classifica squadre
Yamaha 362; Honda 310; Ducati 237; Suzuki 120; Forward Yamaha 33; Aprilia 28; Art 2.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *