Prima Masina poi altri cinque: al via la rivoluzione d’estate


Donadoni ha dettato le linee guida per il mercato. Masina sarà ceduto per fare cassa, ma insieme a lui addio almeno ad altri cinque

– di Marco Vigarani –

Adam Masina sarà ceduto in estate per finanziare il mercato rossoblù (ph. Zimbio)

Il finale di stagione deve dimostrare il carattere dei giocatori per agevolare il lavoro in fase di mercato. Un ‘ni’ di oggi può diventare un ‘no’ definitivo ma anche un ‘si’ convinto“. Era il 1 aprile quando Donadoni espresse questi concetti in conferenza stampa definendo con lampante chiarezza l’obiettivo da perseguire nelle ultime gare ormai inutili ai fini della classifica. Nel postpartita di San Siro il tecnico rossoblù Donadoni è stato ancor più esplicito: “Certe prestazioni in sede di mercato mi faranno riflettere su determinate scelte“. In pratica le decisioni sono già state prese: da una parte la lista dei salvabili (dire promossi dopo una stagione simile sarebbe eccessivo) e dall’altra quella dei bocciati. Ora tocca alla dirigenza rispettare queste linee guida prima di tutto sul mercato in uscita e poi di conseguenza anche su quello in entrata individuando sostituti adeguati. Se però le prime mosse non dovessere essere in linea con quanto richiesto da Donadoni, ecco che anche il tecnico potrebbe alzare la mano e proporre una separazione anticipata. In tal senso sarà importante il prossimo incontro con il presidente Saputo.

Non c’è futuro a Bologna per il greco Marios Oikonomou (ph. FRSport)

Torniamo però alla lista per capire chi saranno i sacrificabili nel corso dell’estate. Il primo nome è di fatto condiviso da tecnico e dirigenza per ragioni di opportunità ed è quello di Adam Masina. L’esterno non è stato bocciato sul campo ma con la sua valutazione sui 6 milioni di euro puliti (essendo prodotto del vivaio a costo zero) offre un’opportunità unica di plusvalenza in grado di finanziare l’opera di parziale restyling della rosa. Il 23enne sarà quindi ceduto al miglior offerente andando anche incontro alle proteste di tanti tifosi secondo quella linea delle scelte difficili ed impopolari sdoganata a suo tempo da Saputo. Ci sono poi altri cinque giocatori che invece in questi mesi non hanno convinto Donadoni e saranno ceduti a titolo definitivo o in prestito. Il primo è Marios Oikonomou, ormai panchinaro fisso da mesi senza possibilità di riscatto e destinato probabilmente ad un club straniero per 2-3 milioni. Il secondo è Emil Krafth che anche contro il Milan ha evidenziato le solite pericolose amnesie difensive che non lo rendono idoneo al livello della Serie A: acquistato per 500mila euro, può essere ceduto senza ripercussioni sul bilancio.

Da evitare il rischio minusvalenza nella gestione del futuro di Godfred Donsah che piace alla Roma (ph. Ilrestodelcarlino.it)

Chiuso il discorso difesa passiamo al centrocampo ed in particolare alla nota dolente Godfred Donsah che, al netto di tanti problemi fisici, ha mostrato carenze di personalità in campo ed in allenamento non riuscendo a guadagnarsi un posto fisso in squadra. Costato complessivamente 7 milioni, per il ghanese si cercherà una nuova sistemazione in prestito con diritto/obbligo di riscatto e la strada giusta potrebbe portarlo a Roma non appena sarà stato definito il nuovo staff tecnico. Preoccupano ancora di più però i 6 milioni spesi per Luca Rizzo che ha assoluta necessità in primis di salute e poi di una squadra che gli offra quello spazio che Donadoni non può assolutamente garantirgli. Le prospettive in Serie A per l’esterno sono minime, il prestito appare come l’unica chance ma in assenza di una destinazione idonea il ragazzo potrebbe anche restare in rossoblù ai margini delle rotazioni. Bocciato sul piano fisico e delle motivazioni dallo staff tecnico infine Umar Sadiq per il quale il ritorno alla Roma è solo questione di giorni magari sfruttando l’opzione del riscatto e controriscatto che indennizzerebbe il Bologna per il milione di prestito oneroso speso inutilmente.

Print Friendly



One thought on “Prima Masina poi altri cinque: al via la rivoluzione d’estate

  1. Giuseppe

    Bisognerebbe sapere se i giocatori sono scarsi oppure la guida tecnica e stata carente.Ma come al solito la verità sta in mezzo.anche se dopo un anno vorrei sapere chi sono i titolari di centrocampo. Voi lo sapete?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *