Mbaye e Palacio da valutare, da novembre in aumento i problemi muscolari


A Casteldebole aumentano i casi di infortuni muscolari (già 19 in stagione), restano in sospeso i casi di Mbaye e Palacio

– di Marco Vigarani –

Contrattura per Rodrigo Palacio che si era già fermato per 10 giorni a fine ottobre (ph. Zimbio)

Quando domenica è uscito dal campo a San Siro, in tanti temevano che Rodrigo Palacio avesse riportato un infortunio e non è bastato il comunicato ufficiale del Bologna a tranquillizzare i tifosi. Dai crampi della versione istituzionale si è passati ad una contrattura e la situazione dell’attaccante argentino è ora monitorata giorno dopo giorno per evitare rischi sul fisico di un 35enne che ha già perso a fine ottobre una decina di giorni per uno stiramento. Contemporaneamente sono oggetto di valutazione anche le condizioni di Ibrahima Mbaye che non ha riportato lesioni ma si è comunque fermato alla fine della scorsa settimana per un risentimento muscolare e a sua volta ha già osservato uno stop di una ventina di giorni sempre a fine ottobre per una lesione di primo grado al bicipite femorale.

Proprio questo muscolo sta diventando un vero e proprio incubo per lo staff sanitario rossoblù che ha dovuto già fronteggiare ben sette infortuni analoghi con tempi di recupero compresi tra 10 e 25 giorni. Più in generale si può però anche affermare che gli intoppi di natura muscolare hanno una netta predominanza nel quadro complessivo della stagione con un rapporto di 19 su 29 infortuni complessivi ed un significativo aumento negli ultimi due mesi. Da metà ottobre sono stati infatti riscontrati 10 problemi muscolare e di essi ben 5 da novembre in poi. Nessun caso particolare o polverone da sollevare: soltanto una constatazione su dati che vedono sfortunatamente il Bologna tra le prime realtà del campionato per numero di infortuni e quantità di giornate perse. Tali condizioni amplificano addirittura i meriti di un gruppo di lavoro che sta riuscendo a mantenere un rendimento medio-alto.

Filip Helander finalmente sano: l’anno scorso perse 123 giorni per infortunio (ph. Zimbio)

Per tirare le somme, possiamo vedere che a cinque mesi dall’inizio della stagione in quel di Castelrotto la squadra ha già collezionato ben 622 giorni di assenza per infortuni vari (di cui 169 per intoppi muscolari) che hanno colpito in totale 17 atleti. Considerando che l’anno scorso i giorni complessivi furono 1149 siamo leggermente sopra media ma va detto che sono numerosi però anche i titolarissimi finora risparmiati dalla sfortuna: Masina, Poli, Pulgar, Helander e Donsah ad esempio non hanno mai perso un allenamento e come loro anche le riserve Crisetig, Nagy, Petkovic e Okwonkwo. Tra le buone notizie spicca di sicuro la salute ritrovata dal centrale svedese Filip Helander che l’anno scorso perse oltre quattro mesi di lavoro per infortunio e che finora è sempre stato presente così come il perfetto smalto di Godfred Donsah che nelle sue prime due annate bolognesi aveva totalizzato 77 giorni di assenza dal campo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *