Meno km e più gioco di squadra: il Bologna ritrova Taider e Destro


Prestazione corale importante per il Bologna che corre meno del solito ma ottiene risposte importanti da Taider e Destro

– di Marco Vigarani –

Saphir Taider è stato impeccabile contro l’Udinese (ph. Bologna FC)

Quando una gara finisce 4-0 facilmente i dati statistici riportano il dominio assoluto del vincente sullo sconfitto. In realtà il poker rifilato ieri dal Bologna all’Udinese pare frutto di una prova di grande concentrazione dei rossoblù che però non hanno mai debordato nel vero e proprio predominio. Il possesso palla finale ad esempio è stato leggermente a favore dei ragazzi di Donadoni (52%) che hanno scoccato lo stesso numero di tiri complessivi degli avversari (8) pur risultando nettamente più pericolosi con 5 in porta di cui 3 in gol contro i 4 nello specchio dei friulani. A confermare la bella prova del Bologna va sottolineato anche l’ottimo rapporto tra palle perse (14) e recuperate (15) così come il numero contenuto di passaggi sbagliati (11). Se i ragazzi di Delneri hanno avuto la meglio nei corner (10 a 5), i padroni di casa hanno saputo sfruttare al meglio le ripartenze preferendo il lancio lungo all’azione manovrata. Interessante poi scoprire che il Bologna ha limitato sotto i 100 km la propria performance chiudendo anche leggermente sotto gli avversari (99,4 contro 99,6) tenendo anche un baricentro medio molto basso (41 metri): evidentemente Verdi e compagni hanno corso meno ma lavorato meglio di squadra.

Le statistiche di Bologna-Udinese offerte dalla Lega Serie A

Prima doppietta stagionale per Mattia Destro (ph. Bologna FC)

Proprio il fantasista ex Milan ci permette di aprire la pagina relativa alle prestazioni dei singoli visto che, pur essendosi visto negare il gol dal regolamento che ha assegnato l’autorete a Danilo, ha chiuso la gara con 4 magnifici assist. Considerando che buona parte delle statistiche sono equamente divise tra i vari rossoblù a testimonianza di un bel lavoro di gruppo, meritano un approfondimento le prove di Saphir Taider e Mattia Destro. Il centrocampista ha chiuso la gara con 3 tiri in porta ed 1 gol a conferma di una ritrovata confidenza con la fase offensiva probabilmente anche a causa dell’assenza di Dzemaili che lo ha obbligato a prendersi più responsabilità. L’algerino ha poi chiuso la gara con la miglior performance atletica assoluta a quota 11 km. Destro invece ha confermato i segnali mostrati dopo la trasferta di Bergamo sfoderando la sua miglior prestazione stagionale: 3 tiri totali, 2 gol ma anche tanto lavoro al servizio dei compagni anche in fase di non possesso ovvero tutto quello che è troppo spesso mancato nelle sue partite. In una gara in cui si è corso meno del solito, fa piacere evidenziare la prova di Godfred Donsah che ha chiuso poco sopra i 10 km percorsi mentre invece i 5 falli commessi da Daniele Gastaldello confermano che il capitano, in diffida, abbia seriamente rischiato la squalifica.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *