Il mercato dei fantasmi: Elez, Radakovic, Donis e gli altri


Mai visti in campo, diventano pedine di mercato. Ecco le storie di ragazzi come Radakovic, Donis, Elez, Carlao e Sainsbury

– di Marco Vigarani –

In giro per il mondo tantissimi ragazzi crescono con il sogno di poter giocare in futuro una partita in Serie A. C’è chi arriva davvero ad un passo dalla realizzazione del proprio desiderio o addirittura lo realizza accarezzando un futuro importante e poi invece sparisce nell’oblio. La riapertura del calciomercato racconta anche tante storie di calciatori più o meno giovani di cui nessuno in pratica ricorda il nome per le prodezze sul campo.

Anastasios Donis: mai visto alla Juventus ma ceduto per 3 milioni allo Stoccarda (ph. Calcionazionale)

Ci sono ad esempio giovani talenti che non rispettano le attese e che hanno bisogno di un periodo di apprendistato per poter ritentare la sorte in futuro. È il caso ad esempio di Kevin Diks, terzino classe 1996 della Fiorentina che ha collezionato appena 2 presenze prima di andare in prestito al Vitesse e che ora proverà a rilanciarsi al Feyenoord, ma anche di Ezequiel Ponce, attaccante 20enne comprato due anni fa dalla Roma e mai impiegato in giallorosso che è stato ceduto a titolo temporaneo al Lille. Ben più insolita invece la vicenda di Carlao, ormai 31enne centrale difensivo acquistato dal Torino a gennaio e che ora torna in prestito all’Apoel dopo appena 4 gettoni di presenza in granata. Era poi un fallimento annunciato quello di Trent Sainsbury, difensore australiano mandato all’Inter dai padroni cinesi di Suning e che ovviamente non ha mai visto il campo.

Non ha mai giocato neanche in Coppa Italia con la maglia nerazzurra nemmeno Caner Erkin, terzino che torna in Turchia dopo appena un anno per vestire la maglia del Besiktas mentre invece il Milan ha rilasciato pochi giorni fa l’ala offensiva Nnamdi Oduamadi cresciuta nelle giovanili rossonere ma ormai 26enne che in totale ha collezionato una sola presenza dal momento suo esordio tra i professionisti risalente al 2010. Ancora una volta c’è tanto da imparare dalla Juventus che invece ha appena ceduto a titolo definitivo per 3 milioni di euro allo Stoccarda l’attaccante classe 1996 Anastasios Donis, prodotto del vivaio bianconero ma mai visto in campo. Anche con questo genere di plusvalenze il club piemontese dimostra di avere un passo ben diverso rispetto a tutti i suoi competitors italiani.

Appena 3 presenze a Bologna dal 2012 per Uros Radakovic (ph. Zimbio)

Ci sono poi anche ragazzi che ormai da tempo avevano intuito di non poter avere speranze nel calcio italiano e che da oggi sono finalmente liberi dai lunghi vincoli contrattuali firmati anni fa. È il caso del difensore centrale Josip Elez acquistato dalla Lazio nel 2013 e mai visto in campo che è stato ceduto al Rijeka, del collega Uros Radakovic sotto contratto con il Bologna addirittura dal 2012 e che dopo appena 3 presenze e tanti prestiti è diventato a tutti gli effetti un tesserato di proprietà del Sigma Olomouc. E ancora c’è la storia di Tomasz Kupisz, ala polacca acquistata dal Chievo ormai nel 2013 e scesa in campo sono una volta in maglia gialloblù ma che dal prossimo anno proverà a rilanciarsi a Cesena o quella del difensore 23enne francese Prince Gouano che l’Atalanta comprò nello stesso anno per non impiegarlo mai: ora torna in patria per giocare nell’Amiens.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *