Troppo Mertens per il Cagliari; Destro e il Bologna non fanno più gol


Top e Flop della 16^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

Mertens festeggia uno dei cinque gol rifilati al Bruge (ph. Zimbio)

Mertens festeggia la sua tripletta: la difesa del Cagliari non è mai riuscita a contenerlo (ph. Zimbio)

Mertens (Napoli): schierato da falso nueve, dimostra che, contro una difesa lenta come quella cagliaritana, può essere immarcabile. Sempre letale nel dribbling, Ceppitelli ne sa qualcosa, il folletto belga è bravissimo a girarsi in un fazzoletto e concludere in porta in occasione della rete che sblocca la gara; prova anche una spettacolare rovesciata prima di trovare, nel secondo tempo, la seconda rete personale con un facile rasoterra. Segna poi la suo terzo gol personale, superando in velocità per l’ennesima volta il lentissimo Ceppitelli e depositando la palla nella porta di uno sconsolato Storari;

Higuain (Juventus): vince la sfida a distanza col Gallo Belotti. Praticamente in vacanza per metà della gara, quando però viene chiamato in causa è letale: segna una doppietta avendo in pratica solo tre occasioni da rete durante tutta la partita. Ancora decisivo in una gara importante;

Nainggolan (Roma): prestazione di grande sostanza per il centrocampista giallorosso, condita dalla rete che decide l’importantissima gara contro il Milan. Con Perotti non in serata, ci pensa il mastino belga a risolvere la gara con un gran sinistro a giro che beffa un non impeccabile Donnarumma.

FLOP

Continua il momento 'no' di Mattia Destro: ieri in amichevole un gol e tanti errori (ph. Zimbio)

Mattia Destro ha fallito una grande chance per sbloccare la partita contro l’Empoli (ph. Zimbio)

Destro (Bologna): doveva essere la giornata del riscatto per l’attacco rossoblu guidato dalla punta ascolana, invece la partita termina con uno scialbo 0-0 dove però il Bologna ha tanto da recriminare: oltre 10 le conclusioni, spesso troppo imprecise, verso la porta di Skorupski. L’occasione più ghiotta capita proprio a Mattia: cross perfetto di Krafht e movimento altrettanto ottimo della punta che evita il fuorigioco ma poi impatta malissimo di testa a pochi passi dalla porta, spedendo la palla altissima;

Goldaniga (Palermo): con il compagno di reparto Andelkovic proprio non c’è intesa: mai un anticipo sulle punte avversarie, tantissimi errori in fase di disimpegno; clamoroso l’errore con cui il centrale di Corini regala il pallone a Pellissier, che ringrazia e segna la sua 100^ rete in Serie A. Con questa mentalità la retrocessione è già scritta;

Ceppitelli (Cagliari): serata da incubo per il difensore di Rastelli. Mertens lo ridicolizza, saltandolo praticamente in ogni occasione; non a caso il belga segna ben una tripletta e il Cagliari viene letteralmente seppellito di reti davanti al proprio pubblico.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *