Messi da record e Barcellona avanti. Valanga Bayern sul Besiktas


Il Barcellona batte 3-0 il Chelsea con Messi che raggiunge quota 100 gol in Champions mentre il Bayern passeggia anche in Turchia: ecco le otto qualificate

– di Marco Vigarani –

Doppietta al Chelsea e 100 gol in Champions League: immenso Leo Messi (ph. Zimbio)

A Londra all’andata il Barcellona non era riuscito a sfondare ma si è fatto perdonare davanti al pubblico del Camp Nou. In particolare l’eroe di serata è Lionel Messi, solito immenso trascinatore con doppietta ed assist che portano al 3-0 finale ma che soprattutto permettono di aggiornare gli almanacchi della storia del calcio. Grazie alla seconda rete infatti l’argentino tocca quota 100 in Champions League: una cifra già raggiunta dall’eterno rivale Cristiano Ronaldo che però ha tagliato il traguardo con più partite e più anni sulle spalle. Nonostante il risultato netto, il Chelsea di Conte torna comunque a casa con qualche rimpianto dopo un rigore negato ad Alonso ed aver colpito prima un palo poi la traversa ed il tecnico italiano non ci pensa due volte a recriminare: “La differenza l’hanno fatta anche i pali visto che ne abbiamo presi quattro in due gare. Il risultato di questa sera non è giusto perché abbiamo creato tanto“.

Undicesima vittoria consecutiva in Champions per il Bayern: anche questo è un record (ph. Dailymail)

Se la sfida di Barcellona presentava margini di incertezza, non esisteva alcun dubbio sul passaggio del turno del Bayern Monaco che aveva già vinto 5-0 in casa e si è presentato in Turchia soltanto per obblighi formali. Il Besiktas stavolta ha limitato il passivo e segnato anche una rete: finisce 3-1 con la sensazione netta di una passerella degli uomini di Heynckes. Mai prima di ieri un club aveva ottenuto 11 vittorie consecutive in Champions ma le statistiche della marcia tedesca nella competizione sono davvero impressionanti e le altre contendenti potrebbero spaventarsi per un ulteriore motivo visto che già domenica potrebbe arrivare per il Bayern la vittoria matematica della Bundesliga con un anticipo da record. A titolo conquistato e mente libera, i bavaresi potrebbero impostare il finale della propria stagione in funzione della Champions.

E adesso? Bisognerà attendere domani alle 12 per scoprire gli accoppiamenti dei quarti di finale che emergeranno dall’urna di Nyon. Per la prima volta da undici anni l’Italia si presenterà all’appuntamento con due rappresentanti che, nella peggiore delle ipotesi, potrebbero andare immediatamente allo scontro fratricida. Non esistono infatti teste di serie e quindi i derby sono assolutamente possibili. A rischio allora in particolare la pattuglia spagnola con Real Madrid, Barcellona ed il sorprendente Siviglia di Montella che rappresenta sicuramente l’avversario meno temibile. Non brilla soprattutto per tenuta difensiva il Liverpool mentre invece il Manchester City si presenta come una corazzata in grado di spazzare via qualsiasi avversario fino alla successo finale. Completa il quadro il già analizzato Bayern Monaco.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *