Messico battuto e Italia in finale: 40 minuti a Rio


L’Italia batte nettamente il Messico 79-54 e vola in finale al Preolimpico di Torino. Il pass per le Olimpiadi in ballo contro la Croazia

– di Marco Vigarani –

Ettore Messina, il condottiero di questa Italia (ph. FIP)

Ettore Messina, il condottiero di questa Italia (ph. FIP)

Ad una settimana dalla delusione di Euro 2016, c’è un’altra Italia che fa davvero sognare i suoi tifosi accarezzando un miraggio ritenuto quasi irrealizzabile. È la squadra composta, allenata e motivata da Ettore Messina che ha raggiunto ieri sera la finale del torneo Preolimpico di Torino ed ora dista soltanto 40 minuti dal possibile accesso ai Giochi di Rio. L’ultimo ostacolo prima della gloria sarà costituito dalla Croazia, formazione già battuta nella seconda gara del girone ma sempre estremamente pericolosa a maggior ragione vista l’importanza della posta in palio che potrebbe salvare il lavoro di interi anni. Ieri sera l’ostacolo Messico è stato superato brillantemente dall’Italia che ha mostrato segnali confortanti soprattutto sul piano mentale pur non riuscendo a mettere in partita al meglio tutti i suoi solisti. Partita forte grazie all’apporto del finora deludente Gallinari, la formazione azzurra ha spinto subito sull’acceleratore mentre il micidiale tiratore Cruz ha provato a lanciarsi all’inseguimento praticamente in solitaria. Con Belinelli fuori dalla gara a livello mentale, è toccato ad un eccellente Melli prendersi responsabilità importanti su entrambi i lati del campo sfruttando al meglio le proprie doti fisiche ed atletiche.

Bella prova di grinta e determinazione per Melli contro il Messico (ph. FIP)

Bella prova di grinta e determinazione per Melli contro il Messico (ph. FIP)

Giunta all’intervallo lungo in doppia cifra di vantaggio, l’Italia ha quindi provato a prendere definitivamente il largo con il redivivo Belinelli ma nel momento della fuga il motore si è inceppato consentendo al Messico di rientrare, portarsi quasi a contatto sul 47-41 e far scorrere un brivido ghiacciato lungo la schiena dei sostenitori azzurri. Un timeout in stile pieno Messina è bastato a scuotere gli animi dei suoi ragazzi e a ripristinare l’ordine lanciando nuovamente la volata verso la vittoria in scioltezza firmata anche da Aradori mentre dalla parte opposta il solo Cruz non poteva bastare a raddrizzare l’esito della gara. Partita sfavorita, l’Italia ha macinato tanta strada in pochi giorni convincendo se stessa ed il suo pubblico di poter davvero prendersi quell’ultimo pass per Rio: mancano solo 40 minuti e l’impresa adesso è davvero possibile.

ITALIA-MESSICO 79-54
(19-13, 38-28; 58-41)
ITALIA: Poeta 3, Belinelli 12, Aradori 10, Gentile 4, Bargnani 8, Gallinari 15, Melli 14, Cusin, Datome 9, Cervi, Hackett 2, Tonut 2. All: Messina
MESSICO: Stoll 6, Ramos, Toscano 6, Gutierrez 6, Gutierrez 2, Cruz 20, Giron, Garibay, Hernandez 9, Mendez 2, Mata, Zamora 3. All: Valdeolmillos

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *