Mikhitaryan illude Mourinho, Dendoncker lo punisce: 1-1 tra United e Anderlecht. Ajax senza problemi con lo Schalke. Celta e Lione, vittorie sofferte


Il riassunto di quanto accaduto nei quarti di finale d’andata di Europa League: lo United pareggia con l’Anderlecht, vincono Celta, Lione e Ajax

– di Tiziano De Santis –

Henrix Mikhitarian realizza il gol dello 0-1 in Anderlecht-United di Europa League (ph. Zimbio.com)

Dopo le serate di Champions a tenere banco nel calcio del nostro continente è l’Europa League. Più precisamente ad impreziosire il giovedì sono le gare di andata dei quarti di finale, con protagonista assoluto il Manchester United di José Mourinho, impegnato al  Constant Vanden Stock contro l’Anderlecht di René Weiler. I Red Devils sfiorano in più occasioni il vantaggio, mostrando ancora una volta quella difficoltà sotto porta che li ha penalizzati durante il corso dell’intera stagione. Basti pensare al palo di Lingard e alle occasioni create e non sfruttate da Rashford e Ibrahimovic. E allora ci pensa ancora una volta Mikhitaryan ad aprire le marcature al 37′, spianando la strada per una vittoria che, in realtà, come spesso accade agli inglesi, non arriverà. Già, perchè a 4 minuti dal termine della gara Dendoncker, su assist di Obradovic, colpisce di testa con potenza superando Romero e riportando il risultato in parità. All’Old Trafford, tra una settimana, lo United ripartirà da un buon 1-1, ma dovrà essere sicuramente più cinico di quanto mostrato in Belgio. Se l’Ajax di Peter Bosz non ha alcuna difficoltà a domare lo Schalke di Markus Weinzierl dominando la gara dell’Amsterdam ArenA e battendo 2-0 i tedeschi grazie alla doppietta di Klaassen, Celta e Lione hanno sicuramente più problemi nel conquistare la vittoria rispettivamente contro Genk e Besiktas. Gli spagnoli sono costretti a rimontare dopo appena 10 minuti di gioco, quando Boetius insacca per lo 0-1 belga. Il Balaidos, tuttavia, può gioire cinque minuti di orologio più tardi, quando Sisto rimette in equilibrio il match ottimizzando al massimo uno strepitoso assist di tacco di Guidetti. Al 18′ è già 2-1 Celta – Aspas spara un preciso diagonale rasoterra su cui Ryan non può nulla – e sul finire della prima frazione di gioco è ancora Guidetti a salire in cattedra segnando un apparentemente decisivo 3-1. Sì, perchè nella ripresa il Genk non molla e riesce a trovare la rete del definitivo 3-2 con Buffel, caparbio nell’insaccare di testa dopo una conclusione senza fortuna di piede. A Lione, invece, l’incontro inizia in ritardo per i disordini provocati dai supporter del Besiktas. Il risultato psicologico non tarda a vedersi in campo, dove Babel realizza il vantaggio turco al 15′. I padroni di casa, tuttavia, non demordono e riagguantano il match con Tolisso all’83’, prima di ribaltarlo completamente 2 minuti più tardi con Morel, con la complicità del portiere Fabri.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *