Il Milan riparte vincendo. Bene Mancini, cade Stramaccioni


Nei preliminari di Europa League al Milan basta un gol di Rodriguez per battere il Craiova. Vince anche Mancini con lo Zenit, ko Stramaccioni e Tramezzani

– di Marco Vigarani –

Primo gol in rossonero per Rodriguez (ph. Milan)

Ieri sera è ricominciata ufficialmente la stagione del calcio italiano con il Milan impegnato nei preliminari di Europa League. I rossoneri che si preparano a diventare la nuova corazzata della Serie A si sono imposti con il minimo scarto in casa del Craiova grazie ad una punizione del nuovo arrivato Rodriguez ma hanno anche colpito un palo con il baby bomber Cutrone ringraziando però Donnarumma per una parata decisiva. Non è stata una gara semplice per gli uomini di Montella che infatti ha spiegato: “Non potevo aspettarmi di più. Il Craiova è più avanti di noi sul piano fisico, ha giocatori rapidi. Sofferenza prevedibile, è una caratteristica che dovremo portarci avanti durante la stagione“. Nella gara di ritorno a San Siro però ci sarà in più la spinta del fremente popolo rossonero che sogna un futuro prossimo di grandi soddisfazioni ed è impaziente di assaggiare i primi piatti di un menù assolutamente di livello.

Sono scese in campo anche numerose altre squadre compresi altri tecnici italiani che vanno a caccia di nuovi successi lontani dal Belpaese. In particolare spicca il successo dello Zenit di Roberto Mancini che può ringraziare il connazionale Criscito per aver sbloccato la sfida di Tel Aviv poi vinta 2-0. Umori decisamente opposti per gli altri due colleghi nostrani visto che Andrea Stramaccioni ha visto il suo Sparta Praga battuto 2-0 a Belgrado mentre addirittura il Sion di Paolo Tramezzani, in attesa di poter contare sull’apporto di Acquafresca in attacco, ha subito un pesante 3-0 dai lituani Suduva. Da segnalare anche la serata nera del calio olandese che ha visto il PSV sconfitto in casa e l’Utrecht bloccato sullo 0-0, infine solo un pareggio per l’Athletic Bilbao a Bucarest e vittoria di misura dell’Everton di Rooney.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *