Mille cuori per la nuova Fortitudo: parte l’avventura dell’Aquila


L’avventura della nuova Fortitudo è stata accolta da un migliaio di tifosi al PalaDozza per il raduno in vista della prossima stagione

Il raduno della nuova Fortitudo al PalaDozza

Il raduno della nuova Fortitudo al PalaDozza

Mille tifosi per il primo giorno della nuova Fortitudo Kontatto hanno dato l’ennesima, incredibile manifestazione di affetto del popolo biancoblù nel giorno del vernissage della nuova stagione agonistica. Sfidando la calura, i tifosi hanno avuto modo di effettuare un primo approccio con il gruppo al gran completo. Emozioni per tutti i protagonisti, nessuno escluso, alla presenza al PalaDozza anche dei massimi vertici societari. Non c’è che dire: inizio migliore non poteva davvero esserci, il meraviglioso popolo biancoblù ha dimostrato, ancora una volta, che la Fortitudo non è semplicemente una squadra di basket. La Società ringrazia tutti ed è orgogliosa del travolgente entusiasmo che si è tornato a respirare fin dal primo giorno di questa nuova, intensissima stagione. A margine della prima giornata biancoblù ecco il pensiero del coach Matteo Boniciolli: “Nel prossimo campionato ci saranno sei o sette squadre candidate ad un ruolo da protagoniste: noi e la Virtus, Mantova, Treviso, Ferentino, Roma, Trieste e mi piace Ravenna. Sul mercato abbiao scelto atleti che siano funzionali al nostro gioco aumentando anche la fisicità: in generale l’obiettivo è stato avere qualcosa in più rispetto all’anno scorso in ogni singolo reparto. L’unico paragone alla pari forse può essere tra Amoroso e Mancinelli. Ai nuovi però sarà chiesto di pareggiare il livello di etica del lavoro dei ragazzi dello scorso anno, un patrimonio importante lasciato da chi non è più qui“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *