Misano è di Marquez ma Rossi allunga su Lorenzo


A Misano vince lo spagnolo Marquez su Honda ma Rossi, quinto, festeggia comunque l’allungo decisivo in classifica su Lorenzo che è caduto. Indietro le Ducati

– di Marco Vigarani –

La gioia di Marc Marquez vincente a Misano (ph. Gazzetta dello Sport)

La gioia di Marc Marquez vincente a Misano (ph. Gazzetta dello Sport)

Il pomeriggio di Misano, animato da oltre 90mila tifosi, è stato un tripudio per Valentino Rossi anche se il pesarese non è arrivato neanche sul podio. Il quinto posto conquistato sul circuito romagnolo infatti può rappresentare una tappa decisiva nella corsa al titolo mondiale visto che l’unico inseguitore, lo spagnolo Lorenzo, è caduto nel tentativo di distaccare il rivale e quindi scivola a -23 evidenziando ancora una volta i limiti che finora ne hanno frenato la carriera. La vittoria arride invece all’altro iberico, il campione in carica Marquez su Honda che ha condotto una gara intelligente e giudiziosa ma che con cinque sole gare da disputare non ha davvero speranze di potersi confermare al vertice della categoria. Misano ha regalato emozioni agli appassionati anche grazie alla continua alternanza delle condizioni meteo sulla pista che hanno costretto i piloti a due cambi moto che, soprattutto nella seconda occasione, hanno indirizzato l’esito finale. Sorprese sul podio con Smith e Redding ma anche al quarto posto con Baz che ha finito proprio davanti a Rossi mentre alle spalle del Dottore hanno trovato posto le tre Ducati di Petrucci, Iannone e Dovizioso che quindi non possono essere soddisfatti.

Al termine della corsa ecco le dichiarazioni di Valentino Rossi: “La gente in questi giorni è stata incredibile e per tutti loro mi dispiace non essere salito sul podio ma alla fine va bene così. Sono rimasto fregato per un paio di giri perchè ho atteso a cambiare la moto vedendo ancora qualche goccia di pioggia ma ogni scelta va sempre ponderata a lungo perchè può essere decisiva per l’esito del Mondiale“.

Classifica piloti
Rossi 247, Lorenzo 224, Marquez 184, Iannone 159, Smith 135, Dovizioso 128, Pedrosa 109, Petrucci 93, Espargaro P 81, Crutchlow 79, Vinales 69, Espargaro A 66, Redding 63, Hernandez 41, Baz 28, Barbera e Bautista 23, Miller 16, Hayden 12, Bradl 11, Pirro 8, Laverty e Di Meglio 7, Aoyama 5, De Angelis 2.

Classifica squadre
Yamaha 297, Honda 240, Ducati 197, Suzuki 95, Forward Yamaha 33, Aprilia 23, Art 2.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *