A Misano ecco Pedrosa: ottavo vincitore delle ultime otto gare


Ottavo gp con un vincitore diverso: a Misano tocca a Dani Pedrosa. Secondo Rossi ma il margine di Marquez in classifica resta cospicuo

– di Alberto Bortolotti –

Pedrosa vince a Misano e Marquez resta a +43 su Rossi (ph. Zimbio)

Pedrosa vince a Misano e Marquez resta a +43 su Rossi (ph. Zimbio)

Incredibile, ma vero: siamo arrivati a quota otto vincitori differenti nelle ultime otto gare del Mondiale MotoGP 2016. Sulla ruota di Misano è uscito il nome di Dani Pedrosa. Grazie alla sua leggerezza ha potuto azzardare addirittura la gomma soft all’anteriore e questa scelta ha pagato.

Dunque, prosegue anche lo scambio di cortesie che in questa stagione ha visto Rossi trionfare due volte in terra spagnola e i piloti iberici invece a casa sua.

Però…i rapporti sono quelli che sono. A fine gara, battibecco tra i due esponenti Yamaha. Lorenzo: “Non ho ancora visto le immagini, ma sulla moto ho avuto la sensazione che se non mi fossi rialzato, sarei caduto. Ogni pilota ha il suo stile e Rossi a volte sorpassa in maniera molto aggressiva. Capisco che non mi volesse far scappare e che volesse rallentare il mio ritmo…”. Rossi: “Queste sono le corse. Il mio sorpasso era aggressivo ma pulito, io allora cosa avrei dovuto dire di quello di Pedrosa?“. Jorge: “Era l’inizio della corsa, non c’era la necessità di un’azione di quel genere. Ogni pilota avrà anche il suo stile di guida, ma io mi sono dovuto scansare per evitare un contatto”.

La zampata di Pedrosa ha preservato anche il vantaggio del compagno di box, che rimane di 43 lunghezze sul Rossi, nonostante la seconda domenica di fila giù dal podio. Un podio che invece è stato conquistato da Jorge Lorenzo: il suo gap nel Mondiale però ora appare davvero pesante, perché parliamo di 61 punti.

Con il successo odierno “Camomillo” poi è andato a riprendersi il quarto posto nel Mondiale, scavalcando nuovamente la Suzuki di Maverick Vinales, che oggi ha retto il ritmo dei migliori solamente per qualche giro, ma comunque si è tenuto dietro la Ducati di Andrea Dovizioso. Peccato poi anche per l’altra Rossa di Michele Pirro, settimo ma autore di una partenza decisamente da dimenticare.

In Moto2 trionale prima vittoria in carriera di Baldassarri davanti a Rins e Nakagami con Zarco che conduce la classifica quarto davanti a Morbidelli.

Nella Moto3 quinto successo di Binder in stagione. bastianini è secondo a Misano e nel Mondiale, però staccatissimo. Quarto Bulega, sesto Locatelli e decimo Di Giannantonio.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *