Mondiali Antirazzisti 2015, i vincitori


Dopo cinque giorni di gare si sono i Mondiali Antirazzisti 2015 di Bosco Albergati. La Uisp ha premiato i vincitori oltre alle squadre più meritevoli

– Massimo Righi –

Alcuni dei trofei dei Mondiali Antirazzisti (ph. uisp.it)

Alcuni dei trofei dei Mondiali Antirazzisti (ph. uisp.it)

La 19° edizione dei Mondiali Antirazzisti è giunta al termine. Ieri a Bosco Albergati, Castelfranco Emilia, si è tenuta la premiazione dei partecipanti durante la cerimonia conclusiva. Organizzata da UISP, in questa manifestazione antirazzista non si premiano soltanto i vincitori delle rispettive competizioni ma vengono consegnati riconoscimenti alle squadre ed ai partecipanti che si sono distinti per il loro comportamento e la loro attività anche fuori dal campo. Fra i tornei classici come quello di calcio maschile la vittoria è andata all’UCB di Udine, mentre quello femminile è stato vinto dalle ragazze di Peace. I Rifugiati Senape hanno vinto il torneo di basket, mentre quello di pallavolo è andato all’Amendola Bull. Nel rugby, il trofeo è andato ai ragazzi e alle ragazze dei Cinghiali del Setta.

Fra i riconoscimenti particolari, è stata assegnata la Coppa Chilometri che quest’anno è andata alla Uisp Trento e all’associazione Viandando. Grande protagonista dei Mondiali è la Piazza Antirazzista, dove le varie squadre mostrano i materiali della propria attività antirazzista; la coppa di quest’anno in merito è stata assegnata ai ragazzi di Progetto Ultrà Junior, per la loro impegnativa e lodevole campagna contro le discriminazioni. La Coppa Amici/Matteo Bagnaresi, dedicata proprio all’ultras del Parma sempre presente ai Mondiali Antirazzisti, scomparso nel 2008, è stata consegnata direttamente dal papà di Matteo alla squadra del Gus di Macerata, impegnata nella lotta per la tutela dei diritti umani e in favore di migranti e rifugiati. La Coppa Fair Play è stata consegnata ai Lowen Fans Gegen Recht di Monaco di Baviera. La Coppa Kick Sexism è invece andata alla sezione femminile dell’Associazione Italiana Calciatori, alla prima partecipazione ai Mondiali, per il grande lavoro svolto nello sviluppo del movimento. E ancora, la Coppa agli Ultras Antirazzisti è invece stata vinta dagli Ultras Dresda del 1953 International.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *