Mondiali, Gruppo B: sei partite per decidere il primato tra Spagna e Portogallo


Nel Gruppo B non esistono alternative alla qualificazione di Spagna e Portogallo che si giocheranno soltanto il primato. Iran e Marocco saranno soltanto comparse

– di Marco Vigarani –

Se ieri abbiamo esplorato un girone che potrebbe presentare qualche incertezza, oggi analizziamo il Gruppo B che invece lascia un solo dubbio: chi si aggiudicherà il primo posto tra Spagna e Portogallo? La qualificazione delle due squadre è già scritta e le sei partite del raggruppamento serviranno soltanto ad indicare l’ordine d’arrivo delle contendenti.

Cristiano Ronaldo è a caccia del suo primo Mondiale: ce la farà? (ph. Afp)

Il ranking FIFA suggerisce di indicare come favorita il Portogallo ovvero la squadra che cercherà in tutti i modi di supportare Cristiano Ronaldo nella scalata verso l’ultimo traguardo possibile di una carriera straordinaria. Il ct Santos ha infatti allestito una formazione solida e compatta al servizio della sua stella che potrebbe però trovare una spalla in Bernardo Silva, interessante fantasista del City.
Formazione ideale (4-4-2): Rui Patricio; Cedric, Pepe, Fonte, Guerreiro; Joao Mario, Carvalho, Moutinho, Bernardo Silva; Cristiano Ronaldo, Andrè Silva.
Quota vittoria girone: 3.08
Quota qualificazione: 1.23

Nella Spagna non si può parlare di un protagonista assoluto ma di una coralità di campioni guidata dal suo faro Iniesta giunto all’ultima recita. Si tratta di una squadra che eredita una tradizione vincente offuscata dall’eliminazione al primo turno nel 2014 e che può schierare campioni assoluti in ogni reparto dalla porta difesa da De Gea per arrivare all’attacco con Isco e Silva senza dimenticare la grinta e i gol dei difensori.
Formazione ideale (4-3-3): De Gea; Jordi Alba, Piquè, Ramos, Carvajal; Busquets, Iniesta, Alcantara; Silva, Diego Costa, Isco.
Quota vittoria girone: 1.55
Quota qualificazione: 1.07

Ultimo Mondiale per Andres Iniesta: vincerlo sarebbe il coronamento di un sogno (ph. Zimbio)

A proposito di difesa, è proprio questo il punto di forza del Marocco che è giunto alla quinta partecipazione al Mondiale passando da un dominio incontrastato nel girone di qualificazione. Nessun gol subito dalla retroguardia guidata da Benatia ma anche una buona qualità di gioco grazie ai piedi di Ziyech che ha il compito di ispirare il centravanti Boutaib, rivelatosi uomo d’area affidabile e abbasanza prolifico.
Formazione ideale (4-2-3-1): Bounou; Hakimi, Benatia, Da Costa, Dirar; S. Amrabat, Boussoufa; Harit, Belhanda, Ziyech; Boutaib.
Quota vittoria girone: 15.00
Quota qualificazione: 5.00

Infine ecco l’Iran che quattro anni fa sfiorò l’impresa di pareggiare con l’Argentina ed oggi si ripresenta in campo sotto la guida dell’esperto Queiroz dopo mesi non privi di polemiche anche politiche. Il girone dominato per arrivare fino al Mondiale non deve ingannare sulle potenzialità di una squadra che punterà innanzitutto a difendersi con dieci uomini chiedendo alla punta Azmoun di fare pentole e coperchi.
Formazione ideale (4-3-3): Beiranvand; Rezaeian, Hosseini, Pouraliganji, Mohammadi; Karimi, Ezatolahi, Shojaei; Jahanbakhsh, Azmoun, Taremi.
Quota vittoria girone: 21.00
Quota qualificazione: 6.50

Calendario
15/6 ore 18.00 Marocco-Iran
15/6 ore 21.00 Portogallo-Spagna
20/6 ore 15.00 Portogallo-Marocco
20/6 ore 21.00 Iran-Spagna
25/6 ore 21.00 Iran-Portogallo
25/6 ore 20.00 Spagna-Marocco

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *