Mondiali, Gruppo F: la Germania cerca il bis. Piena bagarre per il secondo posto


Nel Gruppo F i campioni in carica sono i favoriti per il primato nel girone. Il Messico, la Svezia e la Corea del Sud si giocano la qualificazione agli ottavi

– di Francesco Livorti –

Per tale rassegna iridata, una delle squadre favorite è certamente la Germania. I tedeschi proveranno a difendere il titolo conquistato nel 2014 in Brasile. Le altre compagini si daranno battaglia per ottenere il secondo posto nel girone.

Thomas Müller quest’estate cercherà di incrementare il proprio bottino di reti nei Mondiali. Per ora il tedesco è a quota 10 goal (ph. Bundesliga.de)

Joachim Löw, che ha prolungato il proprio contratto con la Germania fino al 2022 e a settembre festeggerà i 12 anni da ct, ha fatto scelte coraggiose; in Russia non ci saranno nè l’estremo difensore del Bayern Leverkusen Bernd Leno, nè il baby fantasista Leroy Sané, né l’eroe della scorsa competizione Mario Götze. Nella lista è presente tuttavia Manuel Neuer, che ha saltato praticamente l’intera stagione per un problema al piede; dopo aver pensato al ritiro a gennaio, sarà lui il capitano della formazione teutonica. La Germania è al 1° posto del ranking FIFA.

Formazione ideale (4-2-3-1): Neuer; Kimmich, Boateng, Hummels, Hector; Khedira, Kroos; Ozil, Muller, Reus; Werner.

Quota vittoria girone: 1.30

Quota qualificazione: 1.07

Il Messico, fra le numerose polemiche, è chiamato a confermare la tradizione che lo vede centrare gli ottavi di finale da USA 1994 ad oggi. I nomi su cui il Tricolor punta maggiormente sono Hirving Lozano, i fratelli Dos Santos, Héctor Herrera, Héctor Moreno e Jesús Corona. Inoltre, non bisogna dimenticarsi dei veterani come Javier Hernández, il portiere Guillermo Ochoa, l’attaccante Oribe Peralta, e soprattutto Rafael Márquez: l’ex difensore del Barcellona è stato inserito nei fantastici 23 dal mister Osorio, sebbene si sia ritirato da qualche mese. Giocando, centrerà il record di 6 Mondiali disputati. Il Messico è al 15° posto del ranking FIFA.

Formazione ideale (4-3-3): Ochoa; Reyes, Salcedo, Moreno, Layun; Fabian, Guardado, Herrera; Vela, Hernandez, Corona.

Quota vittoria girone: 6.50

Quota qualificazione: 2.10

Emil Forsberg può essere la punta di diamante della Svezia (ph. zimbio)

I supporters azzurri non dimenticheranno mai la disfatta subita dall’Italia contro la Svezia agli spareggi dello scorso 13 novembre. Gli scandinavi faranno a meno del fuoriclasse Zlatan Ibrahimović, sempre presente dal 2002 al 2014. Senza il trentaseienne originario di Malmö, i gialloblù si sono riscoperti un team operaio disposto al sacrificio. In questa Nazionale, sono presenti molti “italiani”: i bolognesi Emil Krafth e Filip Helander, il genoano Oscar Hiljemark e il crotonese Marcus Rohdén. In rosa sono presenti altresì l’ex Genoa Andreas Granqvist, miglior giocatore svedese del 2017, e il centrocampista Albin Ekdal, che è una vecchia conoscenza della Serie A. La stella più acclamata del gruppo però è Emil Forsberg, reduce da un campionato altalenante con la casacca del Lipsia. La Svezia è al 24° posto del ranking FIFA.

Formazione ideale (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Toivonen, Berg.

Quota vittoria girone: 7.50

Quota qualificazione: 2.25

La Corea del Sud conta dieci partecipazioni alla coppa del mondo, di cui nove consecutive, e resta l’unica Nazionale dell’Asia ad aver raggiunto la semifinale di un Mondiale. Questo Paese, infatti, ha vissuto il culmine più alto della sua storia nella manifestazione del 2002, quando, proprio tra le mura amiche, le Tigri Asiatiche eliminarono ai quarti l’Italia, con la complicità dell’arbitro Byron Moreno. La comitiva odierna è composta prevalentemente da atleti sfornati in patria: 12 dei 23 convocati infatti sono made in Repubblica di Corea. Fra i prescelti della spedizione slava c’è anche Lee Seung-Woo, poco scintillante quest’anno con la maglia dell’Hellas Verona. Il leader carismatico è senza dubbio Son Heung-Min del Tottenham. La Corea del Sud è al 57° posto del ranking FIFA.

Formazione ideale (4-4-2): Kim; Hong, Jung, Kim, Oh Ban; Lee, Ki Sung, Jung Woo, Koo; Hwang, Son.

Quota vittoria girone: 17.00

Quota qualificazione: 3.75

 

Calendario

17/06 ore 17.00 Germania-Messico

18/06 ore 14.00 Svezia-Corea del Sud

23/06 ore 17.00 Germania-Svezia

23/06 ore 20.00 Corea del Sud-Messico

27/06 ore 16.00 Messico-Svezia

27/06 ore 16.00 Corea del Sud-Germania

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *