Morleo: “A Livorno comunque una buona prestazione”


Archimede Morleo parla in conferenza stampa dopo la ripresa degli allenamenti, analizzando la sconfitta di Livorno e guardando avanti

– di Marco Vigarani –

Archimede Morleo, capitano del Bologna

Archimede Morleo, capitano del Bologna

Dopo la sconfitta rimediata a Livorno, si presenta in conferenza stampa il capitano rossoblù Archimede Morleo che ovviamente non si nasconde e prova a spiegare l’accaduto. “È stato un incidente di percorso – dice – che avrei evitato volentieri ma ce la siamo giocata per tutta la partita. Entrambe le squadre si sono affrontate a viso aperto e anche se il Livorno ha puntato molto sulle ripartenze noi non siamo mai andati troppo in difficoltà. Nel finale loro però sono stati bravi a sfruttare i nostri errori e ad approfittare di quelle occasioni che abbiamo concesso. Non so dire se sia stato un calo di tensione o un eccesso di sicurezza da parte nostra. Ora però guardiamo avanti senza fare grossi drammi anche se queste sconfitte fanno male più di altre“. La prossima gara porterà al Dall’Ara un Carpi capolista a proposito del quale Morleo afferma: “Mi aspettavo di vedere altre squadre lì davanti quindi loro sono una sorpresa anche se segnano molti gol quindi evidentemente hanno trovato una buona quadratura“.

Si torna quindi a parlare della gara di Livorno per commentare le scelte contestate di Lopez: “Non sono nessuno per giudicare l’operato del mister – chiarisce il terzino – ma penso che avesse in mente un criterio preciso per operare quelle scelte. Siamo passati al 4-4-2 per coprirci e non ci siamo neanche abbassati troppo ma anzi abbiamo avuto anche qualche occasione per chiudere la partita. Purtroppo non è andata così ma voglio rilevare che pur non essendo al massimo della condizione abbiamo comunque sfoderato un’ottima prestazione in cui abbiamo avuto anche una buona percentuale di possesso palla“. Ora ci sarà una settimana intera di lavoro dopo un discreto tour de force ed il capitano felsineo ammette: “Sarà fondamentale perché l’ultimo ciclo è stato piuttosto faticoso anche se devo dire che quasi sempre chi è entrato dalla panchina per dare una mano non ha mai demeritato. Personalmente sto piuttosto bene perché a livello muscolare non ho mai avuto problemi“. Si parla infine della nuova situazione del Bologna e dei compagni di ruolo Abero e Masina: “Ora è del tutto diverso rispetto all’anno scorso quando dovevamo preoccuparci soprattutto della fase difensiva, abbiamo un modo di giocare differente e più stimolante. Masina l’avevo già notato e Abero ha avuto solo problemi di ambientamento ma entrambi sono buoni giocatori e l’hanno dimostrato“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *