Morleo: “Ora sto bene, ma che bravo Masina!”


Torna a parlare in conferenza stampa il capitano rossoblù Archimede Morleo dopo quasi tre mesi di stop per infortunio

– di Marco Vigarani –

Archimede Morleo in conferenza stampa

Archimede Morleo in conferenza stampa

In mattinata il Bologna ha seguito un seminario organizzato dalla Lega Serie B per fronteggiare le frodi sportive che è stato poi presentato anche alla stampa. Al termine dell’incontro è tornato davanti ai microfoni il capitano rossoblù Archimede Morleo che ha innanzitutto spiegato il senso dell’iniziativa svolta: “Credo che sia importante essere formati sulle modalità mediante le quali noi tesserati possiamo essere avvicinati da persone poco raccomandabili per partecipare ad attività illecite. Qualcuno si fa tentare ma altri addirittura vengono costretti o comunque messi nelle condizioni di non potersi rifiutare. Fortunatamente non ho mai avuto problemi di questo tipo ma è sempre difficile capire le motivazioni che spingono qualcuno ad avvicinarsi a noi“.

Esaurito il tema istituzionale, il terzino passa quindi a parlare del suo infortunio e del lungo recupero: “Mi ritengo fortunato nonostante tutto perché subito ho temuto qualcosa di più grave e per questo motivo ho anche affrontato bene il periodo di stop. Purtroppo i tempi di recupero si sono dilatati perché la contusione ha coinvolto tibia, femore e piatto tibiale: credo che sia stata la convalescenza più lunga della mia carriera. Ora però mi sento bene ed il test con la Primavera mi ha dato le risposte sperate quindi da oggi conto di rientrare in gruppo e poi riguadagnare progressivamente la miglior condizione per mettermi a disposizione del mister“. Morleo non può e non vuole nascondere il fatto che la sua assenza abbia permesso al giovane Masina di imporsi: “Adam sa quello che penso di lui – dice – e non da ora, ma dalla prima partitella di allenamento in cui lo vidi due anni fa. Per me non è stato una sorpresa ma solo una piacevole conferma“.

Il ritorno in campo di Archimede Morleo

Archimede Morleo di nuovo in campo

Il capitano parla quindi del momento del Bologna in vista anche della sfida di domenica contro il Modena: “Nonostante l’infortunio ho sempre respirato l’aria dello spogliatoio e ho visto la giusta mentalità anche dopo i risultati meno soddisfacenti. La difficoltà che incontriamo in casa è dovuta quasi sempre al fatto che gli avversari non ci lasciano spazi ma da parte nostra è anche vero che dobbiamo velocizzare la circolazione della palla per non farci chiudere: questo credo sia il punto su cui dobbiamo lavorare. Ci sta che la gente possa chiederci di più e già contro il Modena ci teniamo a fare bene a maggior ragione visto che è una partita sentita in una collocazione (domenica alle 15, ndr) da Serie A“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *