Mourinho pronto a tornare: United o Real per lui


Il tecnico di Setubal, dopo il divorzio dal Chelsea, è pronto a rimettersi in pista: Manchester United o Real Madrid le possibili destinazioni per lo Special One

– di Luigi Polce –

Nemmeno il tempo di digerire l’amaro boccone dell’esonero dal Chelsea, che Josè Mourinho è già pronto a tornare in pista. Subito dopo il divorzio dai Blues, lo Special One aveva fatto capire di voler ricominciare il prima possibile con una nuova avventura, ma probabilmente nemmeno lui si aspettava una tale celerità: Manchester United e Real Madrid infatti sono disposte a fare carte false pur di assicurarsi il tecnico di Setubal, che in entrambi i casi potrebbe prendersi una bella rivincita.

Mourinho ai tempi del Real Madrid, allenato dal 2010 al 2013

Mourinho ai tempi del Real Madrid, allenato dal 2010 al 2013

I Red Devils, dopo un mercato faraonico, sono lontani nove punti dalla vetta occupata dal Leicester e sono già fuori dalla Champions, nonostante un girone abbordabile chiuso però al terzo posto, alle spalle di Wolfsburg e PSV. Van Gaal non è mai stato così vicino all’esonero, annunciato addirittura ieri sera dall’emittente Bbc Sport senza però conferme ufficiali, attese comunque a breve. Per Mou, pronto a ridursi l’ingaggio pur di sedersi sulla panchina dell’Old Trafford, ci sarebbe una motivazione in più per sposare la causa dello United: il 28 dicembre è in programma contro il Chelsea, praticamente un assist d’oro per chiudere l’anno con il botto con la possibile vendetta da servire a stretto giro di posta dall’esonero.

Dall’altro lato c’è il Real Madrid, già stufo di Rafa Benitez e pronto a riaccogliere Mourinho dopo il triennio vissuto tra il 2010 e il 2013, che ha portato in bacheca una Liga, una Coppa del Re e una Supercoppa di Spagna. Nel 2013 lo Special One fu allontanato da Florentino Perez, complice un rapporto poco sereno con stampa e squadra, dando il là alla ricca era Ancelotti. Adesso, lo stesso patron Perez vuole puntare nuovamente sul portoghese, che andrebbe a rompere le uova nel paniere a Benitez, costretto nel 2010 ad ereditare l’Inter del Triplete di Mou e poi allontanato qualche mese dopo. Il fantasma di Mourinho sembra tornato ad aleggiare sulla testa di Rafa, stavolta nemmeno i Ghostbusters potrebbero bastare a scacciarlo via.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *