Moviola: Ghersini permissivo, Giak squalificato


Il signor Ghersini sceglie una linea morbida di arbitraggio e le sue decisioni non indirizzano la gara. No al rigore su Floccari, Maietta rischia il rosso, Giaccherini salta la Roma

Davide Ghersini della sezione di Genova

Davide Ghersini della sezione di Genova

La direzione di gara del signor Ghersini è apparsa sostanzialmente permissiva in molti casi senza però sbilanciarsi in favoritismi per nessuna delle due contendenti ma aiutando comunque di più il gioco fisico del Verona. Le prime proteste del Dall’Ara sono arrivate già al 13′ per un episodio da possibile calcio di rigore con l’ex Albertazzi che interviene alle spalle di Floccari in piena area: il contatto però è correttamente classificato come scontro di gioco e si prosegue senza concedere la massima punizione. Al 22′ arriva invece un’ammonizione sacrosanta per Maietta che alza davvero troppo la gamba e colpisce in pieno volto Wszolek: in questo caso la pericolosità dell’intervento unita alla sua inutilità avrebbe potuto costare anche l’espulsione al difensore rossoblù. Qualche dubbio in più invece al 54′ quando arriva la prima ammonizione anche per il Verona con Viviani che entra vigorosamente in scivolata su Donsah toccando però il pallone mentre al 69′ è assolutamente corretto il cartellino giallo mostrato a Giaccherini, per un altro calcio in faccia stavolta ai danni di Pisano che resta a terra qualche secondo dolorante: l’esterno era in diffida e salterà la gara di lunedì prossimo contro la Roma. Ghersini sbaglia soprattutto all’89’ quando la difesa del Verona affronta fallosamente uno slalom di Ferrari ma l’arbitro concede solo una rimessa dal fondo ignorando l’intervento in combinata subito dal difensore bolognese al limite dell’area. Lo stesso ragazzo viene ammonito al 94′ per un fallo su Wszolek lanciato in contropiede sull’esterno. In generale però è emersa una chiara volontà da parte del direttore di gara di lasciar giocare le due squadre evitando di spezzare eccessivamente un gioco già qualitativamente scarso e la scelta è apprezzabile perchè rende giustamente l’arbitro un attore non protagonista nel film della partita.

Voto: 6

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *