Moviola: giusta l’espulsione di Rizzo


Cervellera arbitra abbastanza bene la gara tra Sampdoria e Bologna, fortemente indirizzata dall’espulsione di Rizzo per doppia ammonizione

Angelo Cervellera di Taranto (ph. Zimbio)

Angelo Cervellera di Taranto (ph. Zimbio)

Nonostante l’inferiorità numerica dovuta all’espulsione di Rizzo, il Bologna esce dallo stadio Ferraris di Genova senza poter recriminare sull’operato dell’arbitro Cervellera di Taranto che ha usato il pugno di ferro soltanto in occasione delle irregolarità più evidenti o violente. Si è partiti già all’8′ con Regini costretto ad usare le maniere forti con Mounier lanciato in velocità e pochi minuti dopo è stato ammonito anche Taider per un fallo da tergo su Eder mentre invece per Brienza il cartellino giallo è arrivato al 45′ per un intervento duro sul giovane blucerchiato Ivan. Ancora Eder protagonista al 51′ con Rizzo costretto alla trattenuta per evitare una ripartenza pericolosissima ma l’ex di turno passato al Bologna un estate una decina di minuti dopo ha commesso la stessa ingenuità su Soriano guadagnandosi una sacrosanta espulsione che ha costretto il Bologna all’inferiorità numerica. Al 66′ infine ammonito anche Rossettini in un finale di gara più duro e convulso in cui Cervellera ha usato un metro di giudizio più permissivo. Nessun dubbio sulla posizione di Eder in occasione del gol del vantaggio della Sampdoria: è regolare.

Voto 6

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *