Moviola: manca un rigore per il Torino nel primo tempo


Il Sig. Abisso della sezione di Palermo, classe 1985, rischia di influenzare notevolemente l’esito della partita quando non accorda calcio di rigore al Torino nel primo tempo. Ci pensa Rossettini a dargli una seconda occasione commettendo nuovamente fallo in area rossoblù allo scoccare del secondo tempo regolamentare

– di Federica Trerè –
Rosario Abisso

Rosario Abisso, arbitro di Bologna-Torino

Bologna-Torino, match di metà classifica il cui esito non avrebbe rivoluzionato gli equilibri generali, viene affidata a Rosario Abisso, giovane direttore di gara con alla spalle solo tre presenze in A e bisognoso di fare esperienza nella massima serie. Qualche sbavatura per il trentunenne siciliano che per questa volta non guadagna la sufficienza piena.

Al 39′ del primo tempo, sugli sviluppi di un corner, Rossettini trattiene in modo prolungato Glik in area rossoblù ma l’arbitro lascia correre e non fischia fallo a favore della squadra ospite. Ci sarebbe stato il penalty per il Torino. E’ Corretto, invece, accordare calcio di rigore ai granata al 45′ del secondo tempo per uno sgambetto ai danni di Belotti commesso sempre da Rossettini, che non smentisce neanche negli ultimi minuti di gioco la prestazione insufficiente della giornata.

Finiscono sul taccuino del direttore di gara quattro giocatori del Bologna e uno del Torino: Rossettini (13′ 1T) viene ammonito per un fallo su Belotti, Brienza (28′ 1T) per una trattenuta evidente ai danni di Baselli, Bovo (41′ 1T) per un brutto intervento su Giaccherini, Masina (36′ 2T) per un fallo in ritardo sul venezuelano Martinez e Mirante (49′ 2T) per le proteste che seguono il calcio rigore accordato alla squadra ospite. Nessuno degli ammoniti era diffidato.
Il direttore di gara siciliano, invece, risparmia il cartellino giallo a Maietta (22′ 1T – già nella lista dei diffidati) per un fallaccio su Bruno Peres che Abisso non ravvisa nemmeno e al greco Oikonomou (33′ 2T) per un brutto intervento ai danni di Martinez.
Voto 5,5
Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *