Moviola: pioggia di cartellini e il Bologna rimane in dieci


Gervasoni valuta correttamente gli episodi più importanti del match ma con i cartellini si dimostra più severo nel primo tempo rispetto al secondo tempo

– di Federica Trerè –
Andrea Gervasoni della sezione di Mantova

Andrea Gervasoni della sezione di Mantova

Nel primo tempo finiscono sul taccuino di Gervasoni con alcuni cartellini gialli Diawara (9′) per fallo di mano e Taider (22′), Russo (34′), Oikonomou (35′) e Ferrari (45′, diffidato) per falli di gioco. Al 28′ viene sanzionato col giallo anche Blanchard che su un calcio d’angolo, a gioco fermo (cioè prima che il pallone venga calciato), continua a trattenere un avversario nonostante fosse stato già richiamato dal direttore di gara. Gervasoni vede la trattenuta prima che il pallone sia in gioco e fa ripetere il calcio d’angolo, che aveva fermato per ammonire il giocatore del Frosinone.

Al 20′ del secondo tempo Oikonomou viene spedito anticipatamente sotto la doccia da Gervasoni per un fallo di mano che gli costa il secondo giallo. Il Bologna rimane in dieci. I cartellini però non sono finiti e così al 31′ della ripresa tocca a Rossettini essere punito col giallo per un fallo su Sammarco in area che procura un calcio di rigore al Frosinone.

Voto: 6
Print Friendly, PDF & Email



One thought on “Moviola: pioggia di cartellini e il Bologna rimane in dieci

  1. Roberto Gandolfi

    Gervasoni ha fatto riprendere il gioco con fischio e qualche secondo dopo ha interrotto il gioco per ammonire il giocatore del Frosinone, quindi sarebbe stato rigore. Se andate a vedere il video si vede e si sente benissimo!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *