Moviola: quel rigore incriminato per la Juventus


Un episodio da rigore molto dubbio cambia le sorti della partita e prepara il terreno per la vittoria schiacciante della Juventus sul Bologna

-di Federica Trerè-
Domenico Celi, il direttore di gara di Juventus-Bologna

Domenico Celi, il direttore di gara di Juventus-Bologna

L’episodio caldo della partita è senza dubbio il rigore generoso accordato alla Juventus al 7′ del secondo tempo per un contatto in area tra Ferrari e Morata: l’attaccante bianconero cade con un’innaturale facilità, tuttavia ingenuo è il giovane Ferrari che lo marca appoggiando un braccio sulla sua spalla.
Il direttore di gara, il Sig. Celi di Bari, accorda sei cartellini gialli per falli di gioco: Destro (Bol.), Gastaldello (Bol.) e Mounier (Bol.) nel primo tempo e Masina (Bol.), Pulgar (Bol.) e Lemina nella ripresa. Destro con quest’ultimo cartellino affronterà il Palermo figurando nella lista dei diffidati.
Inesistente il fuorigioco fischiato a Morata al 39′ del primo tempo su segnalazione del primo assistente.

Voto: 5
Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *