Napoli campione d’inverno ma la Juventus ora fa paura


Il Napoli supera tutti e si laurea campione d’inverno ma la Juventus vince la nona gara consecutiva e raggiunge l’Inter al secondo posto. In coda il Verona non sa vincere ed è già spacciato

– di Marco Vigarani –

Higuain segna il 18esimo gol in 19 giornate ed il Napoli è campione d'inverno (ph. Zimbio)

Higuain segna il 18esimo gol in 19 giornate ed il Napoli è campione d’inverno (ph. Zimbio)

Pensate che una delle regole non scritte del calcio sia che la squadra di casa gode dei favori del pronostico? Dimenticatevelo subito. Su dieci gare di Serie A infatti sono stati ben otto i successi esterni che hanno caratterizzato questa ultima giornata del girone d’andata che ha laureato il Napoli campione d’inverno all’ultimo respiro. I partenopei infatti hanno fatto il loro dovere schiacciando un Frosinone troppo debole con una doppietta del fantastico Higuain (che chiude con 18 gol in 19 gare) ed approfittato del passo falso dell’Inter per agguantare il primo posto solitario che ha strappato una speranza anche al grande ex Maradona. “Una gioia così grande mi trasmette una felicità ancora maggiore. Adesso voglio vincere il campionato, forza ragazzi, forza Napoli” ha detto il Pibe de Oro e con lui sogna tutta la città all’ombra del Vesuvio. Come detto, ad agevolare i sogni partenopei ci ha pensato l’Inter che è caduta in casa contro il Sassuolo grazie ad un’ingenuità della propria difesa che ha generato il rigore decisivo al 95′: qualcuno parlerebbe di legge del contrappasso dopo nove successi per 1-0. Al secondo posto sale allora anche la Juventus che nel posticipo ha vinto 2-1 sulla Sampdoria e con il nono successo consecutivo lancia un chiaro avviso a tutte le pretendenti al titolo: i campioni in carica non intendono abdicare senza combattere.

Pogba sta tornando e la Juventus è già seconda in classifica (ph. Zimbio)

Pogba sta tornando e la Juventus è già seconda in classifica (ph. Zimbio)

Ha fallito invece una prova importante di maturità la Fiorentina, sconfitta in casa per 1-3 a sorpresa dalla Lazio e punta dal quasi ex Milinkovic-Savic mentre l’altra metà di Roma ha preso un brodino con il pareggio 1-1 contro il Milan che però risulta più positivo per i rossoneri che per i capitolini tanto che Garcia non è mai stato così a rischio. Sesto ed ultimo posto utile per le coppe europee attualmente appannaggio del Sassuolo che però viene tallonato dall’ancor più sorprendente Empoli che ha sbancato Torino di misura grazie al solito eterno Maccarone. Tre punti esterni ed inattesi anche per il Chievo sul Bologna con uno 0-1 sostanzialmente immeritato che permette però ai clivensi di sorpassare l’Udinese (sconfitta 2-1 dal Carpi nel primo anticipo) e l’Atalanta (vittima di un Genoa corsaro a Bergamo). In zona salvezza successo tra le polemiche per il Palermo che sbanca il campo del Verona nonostante una rivolta ormai palese contro Ballardini guidata dal capitano Sorrentino che ha sfiduciato pubblicamente il tecnico mentre invece gli scaligeri appaiono ormai già spacciati con appena 9 punti in mezzo campionato ed ancora a caccia della prima vittoria stagionale.

Risultati
Carpi-Udinese 2-1
Fiorentina-Lazio 1-3
Roma-Milan 1-1
Inter-Sassuolo 0-1
Atalanta-Genoa 0-2
Bologna-Chievo 0-1
Verona-Palermo 0-1
Torino-Empoli 0-1
Frosinone-Napoli 1-5
Sampdoria-Juventua 1-2

Classifica
Napoli 41; Juventus, Inter 39; Fiorentina 38; Roma 34; Sassuolo 31; Empoli 30; Milan 29; Lazio 27; Chievo 26; Udinese, Atalanta 24; Sampdoria 23; Torino, Bologna 22; Palermo 21; Genoa 19; Frosinone 15; Carpi 14; Verona 9.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *