Napoli flop in Ucraina, Hamsik e Reina tradiscono. Real e Tottenham travolgenti


Lo Shakhtar batte 2-1 il Napoli che ora già trema per la qualificazione. Tutto facile per Real e Tottenham mentre il Siviglia strappa il 2-2 a Liverpool

– di Marco Vigarani –

Napoli ko in Ucraina all’esordio nella Champions League 17/18 (ph. Reuters/Corriere dello Sport)

Dopo aver visto all’opera nei primi impegni di campionato un Napoli svagato, c’era grande curiosità per capire quale impatto avrebbero avuto gli uomini di Sarri sulla Champions League. La prova dei fatti ha confermato le sensazioni della vigilia visto che, aldilà della sconfitta patita per 2-1 sul campo dello Shakhtar Donetsk, i partenopei ancora una volta sono entrati in campo spenti, demotivati, imprecisi insomma parenti lontani della squadra travolgente ammirata l’anno scorso. Gli ucraini sono passati in vantaggio al quarto d’ora del primo tempo con Tyson e hanno trovato il raddoppio in avvio di ripresa con Ferreyra per colpa della svagatezza di Reina ma anche più in generale dell’ennesima prova incolore di capitan Hamsik. Il tecnico ha poi minimizzato: “Ha bisogno di tempo per entrare pienamente in forma“. L’avvio di stagione dello slovacco però ha ormai destato più di un campanello d’allarme e le speranze azzurre sono state ridestate soltanto da Milik su calcio di rigore con il centravanti che però poi non è riuscito a siglare anche il 2-2 di testa nel finale. Ecco la spiegazione di Sarri: “Il nostro approccio al match non è stato positivo: è successo anche in campionato, ma nella UEFA Champions League è più difficile recuperare se si concede un tempo agli avversari. È la terza partita di fila in cui sbagliamo approccio. Non credo invece che sia stato un problema fisico, piuttosto mentale“. Ora però vincere al San Paolo contro il Feyenoord diventa vitale.

Non hanno invece tradito nè il Real Madrid nè il Tottenham affidati ai propri uomini più rappresentativi ed autori di altrettante doppiette. Gli iberici trascinati da Ronaldo si sono sbarazzati senza problemi dell’Apoel per 3-0 mentre invece i britannici hanno rifilato un netto quanto inatteso 3-1 al Borussia Dortmund grazie al solito scatenato Kane. Nella sfida più incerta della serata invece è uscito il segno X con il Liverpool finito subito sotto, poi capace di portarsi sul 2-1 ed infine ripreso dal Siviglia nel finale. Concluse in parità sull’1-1 anche Maribor-Spartak e Lipsia-Monaco mentre il Besiktas ha sbancato con sorprendente autorità il campo del Porto per 3-1.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *