Napoli, troppi errori. Messi distrugge il City. Arsenal e Bayern: fiera del gol


Al San Paolo i partenopei vanno sotto due volte, sbagliano un rigore e perdono 2-3 col Besiktas. Barcellona-Bayern-Arsenal da sballo. Psg, 3-0 al Basilea

– di Tiziano De Santis –

Dries Mertens in Napoli-Besiktas (ph. Tuttosport.com)

Dries Mertens in Napoli-Besiktas 2-3 (ph. Tuttosport.com)

Quello che scende in campo al San Paolo nella terza giornata di qualificazione a gironi di Champions League è un Napoli disattento e svogliato. Già, perchè gli undici di Maurizio Sarri, nonostante un primo posto conservato nel Gruppo B, non mostrano mai il cinismo adatto per ottenere l’accesso anticipato agli ottavi: Mertens, preferito a Gabbiadini nell’undici titolare e schierato come “falso nueve”, inizia bene impegnando il portiere avversario in più di un’occasione ma è il Besiktas a passare in vantaggio al 12′, quando Adriano non può sbagliare, solo sotto porta, nell’insaccare lo 0-1 su assist di Quaresma. I padroni di casa, tuttavia, riescono ad agguantare il pareggio col funambolo belga, che al 30′, ben imbeccato da Callejon, fredda Fabri e, con lui, l’intero umore avversario. Dopo appena 8 minuti, però, sono ancora i turchi a raddoppiare le marcature con Aboubakar, che, su un retropassaggio killer di Jorginho, batte di destro Reina. Gli episodi negativi sembrano non avere fine e Insigne sbaglia malamente il penalty che Mertens riesce a procurarsi grazie alla complicità di Fabri, autore di una brutta respinta corta sulla conclusione di Callejon. Al 69′ è Gabbiadini a far esplodere il San Paolo: l’attaccante, subentrato a Insigne, trasforma in rete il secondo rigore concesso al Napoli per atterramento di Mertens ai danni di Erkin. Ma il Besiktas non demorde, anzi vince il match grazie ancora al proprio 9, che di testa colpisce definitivamente l’orgoglio azzurro, facendolo precipitare nella seconda sconfitta di fila nelle mura amiche tra campionato e Champions.

Lionel Messi esulta dopo il terzo gol in Barcellona City 4-0 (ph. Fourfourtwo.com)

Lionel Messi esulta dopo il terzo gol in Barcellona City 4-0 (ph. Fourfourtwo.com)

Il match più interessante si gioca al Camp Nou tra il Barcellona di Luis Enrique e il City dell’ex Guardiola. Gli inglesi perdono sonoramente 4-0 sotto la tripletta di un Messi in serata da oscar e il colpo finale di Neymar (che sbaglia anche un rigore), portando a cinque i passivi con i catalani. Per il tecnico dei Citizens è una notte da dimenticare, come anche per Bravo, espulso al 53′. Bayern, Arsenal e Psg sono autori di ben 13 reti: i bavaresi dominano e stendono 4-1 il Psv grazie ai timbri di Muller, Kimmich, Lewandowski e Robben; all’Emirates non c’è partita tra i Gunners, primi nel Gruppo A, e il Ludogorets, ultimo e trafitto per ben 6 volte da Sanchez, Walcott, Chamberlain e Ozil, artefice di una tripletta tra il 56′ e l’87’; Di Maria, Lucas e Cavani stendono il Basilea al Parco dei Principi, permettendo al Psg di rimanere al passo dell’Arsenal, nonostante la seconda posizione per differenza la sola reti.
Il Mönchengladbach sbanca il Celtic Park superando 0-2 i Bhoys scozzesi. Trasferte fortunate anche per Benfica e Atletico Madrid, che battono rispettivamente Dynamo Kiev e Rostov 0-2 e 0-1.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *