Nazionale, Conte convoca 26 giocatori


Il CT della Nazionale Antonio Conte, ha convocato 26 calciatori in vista degli impegni con Azerbaigian e Malta. Novità Pellè, ancora fuori Balotelli e gli infortunati Pirlo e De Rossi

– di Massimo Righi –

Graziano Pellè, Southampton; uno dei volti nuovi dell'Italia di Conte

Graziano Pellè, Southampton; uno dei volti nuovi dell’Italia di Conte

Coverciano – Sono 26 gli azzurri che dovranno rispondere alla chiamata del CT Antonio Conte, in vista dei prossimi due impegni dell’Italia con l’Azerbaigian a Palermo il 10 ottobre e con Malta il 13, a Ta’ Qali. Le novità fra i convocati sono due, Rugani (Empoli) in difesa e Pellè (Southampton) in attacco, giocatori reduci da un avvio di stagione promettente, ma che anche nello scorso campionato si erano messi in mostra nei rispettivi club. Per la difesa del futuro, Conte considera anche i progressi del sampdoriano Romagnoli, mentre in attacco stesso discorso per Belotti e Berardi, di Palermo e Sassuolo. Escluso Balotelli, out anche De Rossi e Pirlo perché infortunati così come Astori, Barzagli e Paletta. Fra gli altri non convocati, si registrano El Sharaaawy e Quagliarella che rimangono fra i papabili. Sul taccuino di Conte, rimangono caldi anche i nomi di Sturaro, Abate e Soriano per il centrocampo. Per domani è prevista la prima seduta di allenamento, cui farà seguito la conferenza stampa di Conte.

I convocati:

Portieri: Buffon (Juventus), Perin (Genoa), Sirigu (Paris Saint Germain);

Difensori: Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), Ogbonna (Juventus), Pasqual (Fiorentina), Ranocchia (Inter), Rugani (Empoli), Darmian (Torino), De Sciglio (Milan);

Centrocampisti: Aquilani (Fiorentina), Bonaventura (Milan), Candreva (Lazio), Florenzi (Roma), Marchisio (Juventus), Parolo (Lazio), Poli (Milan), Thiago Motta (Paris Saint Germain), Verratti (Paris Saint Germain);

Attaccanti: Destro (Roma), Giovinco (Juventus), Immobile (Borussia Dortmund), Osvaldo (Inter), Pellè (Southampton), Zaza (Sassuolo).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *