Nessuno come Okwonkwo: due reti in 59 minuti incoronano il nigeriano


Il centravanti nigeriano, autore del gol vittoria al Bentegodi, ha la miglior media tra le reti realizzate e i minuti giocati di tutta la Seria A, con un gol ogni 29 minuti

– di Calogero Destro –

Orji Okwonkwo: ha la miglior media in Serie A tra gol fatti e minuti giocati, con 1 gol ogni 29′ (ph.Schicchi)

Orji Okwonkwo è un talento potenzialmente immenso: ha fisico, velocità, attacca bene la profondità e, soprattutto, vede la porta. Arrivato a Bologna dalle giovanili dell’Abuja F.C., in poco più di un anno, il centravanti di Benin City, ha cominciato a far parlare di sè, mettendo assieme con la Primavera dei rossoblù dei numeri importanti. 19 gol in 23 partite (1738 minuti totali), con una media di un gol ogni 91 minuti. Una media più che positiva, che in Serie A, Okwonkwo, è riuscito addirittura a migliorare, rendendola davvero straordinaria. Nessuno, infatti, può vantare in questo campionato un rapporto fra gol fatti e minuti giocati pari al classe 1998, che viaggia ad un gol ogni 29 minuti e mezzo (2 reti in 59′). Gli unici ad avvicinarsi al centravanti del Bologna, sono due calciatori della prossima avversaria dei felsinei: la Sampdoria. Si tratta del giovane attaccante polacco Dawid Kownacki, con un gol ogni 34 minuti (2 reti in 68′) e del trequartista argentino Ricky Alvarez, che segna un gol ogni 78′.

Confronto a quota due gol- Naturalmente, i numeri, devono essere soppesati. E se è normale che faccia piacere vedere Okwonkwo davanti, in questa particolare classifica, a massimi interpreti del ruolo, quali Immobile, Higuain e Icardi, si deve essere consapevoli che il numero 30 dei rossoblù ha ancora tanta strada da fare, davanti a sè, per provare a raggiungere certi livelli ed ottenere determinati metri di paragone. Ovviamente, con soli due gol, il nigeriano non è accostabile, per continuità di rendimento, a chi si trova nelle prime posizioni della classifica marcatori. Ma se si va a fare un confronto più ristretto, con i calciatori che in questo campionato hanno realizzato solo due gol in meno di 350 minuti giocati, emerge un quadro molto interessante. In questa fascia, infatti, Okwonkwo si lascia dietro parecchi nomi. Da Federico Bernardeschi (un gol ogni 143′) a Patrick Cutrone (un gol ogni 145′), da Khouma Babacar (un gol ogni 127′) a Gerson (un gol ogni 120′), fino ad arrivare ad Andreas Cornelius (un gol ogni 151′) e all’ex Luca Rizzo (un gol ogni 97′). In un confronto ben ponderato, dunque, il nigeriano risulta avere numeri migliori sia di calciatori molto più affermati – e anche più quotati – che di giovani promesse come lui. Numeri che, dunque, fanno ben sperare per il futuro e che magari convinceranno Donadoni ad utilizzare il centravanti nigeriano con maggiore continuità. Forse “peggiorerà” la sua media fra gol fatti e minuti giocati, ma, probabilmente, vista la pesantezza dei suoi sigilli, se ne gioverà la classifica del Bologna.

Print Friendly, PDF & Email


Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *