Noia in Ungheria: Hamilton vince davanti alle Ferrari


Hamilton domina all’Hungaroring davanti a Vettel e Raikkonen, aiutati dal crollo finale di Bottas. Il britannico sale a +24 in classifica iridata

– di Alberto Bortolotti –

Il protagonista (negativo ) degli ultimi giri all’Hungaroring è stato il finnico Bottas, precipitato nel finale dal secondo al quinto posto. “Credo che i contatti con Vettel e Ricciardo debbano essere catalogati come normali incidenti di gara. Con Seb stavo cercando di difendermi nel miglior modo possibile ed avevo ancora il muso avanti in curva 2. Lui è rientrato e non mi è sembrato che mi abbia lasciato spazio a sufficienza. La mia ala anteriore l’ha toccato ed ho subito un danno“.

Hamilton vince anche in Ungheria precedendo Vettel ed allunga a +24 in classifica (ph. Zimbio)

24 punti di vantaggio per il campione del mondo Hamilton, uscito vittorioso dal noiosissimo Gran Premio d’Ungheria. Ecco come: “Quest’anno sappiamo che la Ferrari ha preso il sopravvento a livello di prestazioni, ma bisogna sfruttarle anche con le strategie per vincere un campionato. Non è solo una questione di velocità, ma anche di come vengono gestite le cose. E nel complesso abbiamo fatto un lavoro migliore finora“.

Doppietta Mercedes che sembrava non essere in discussione, risultato delle qualifiche che sembrava pienamente confermato, con la sola nota diversa del bronzo per Vettel.

Però a 5 giri dalla fine il tedesco entra durissimo su Bottas, quasi gli taglia la strada, in staccata (ma entra prima in curva) e il finlandese ferrarista supera il connazionale delle Frecce d’Argento. Quarta volta sulle ultime 5 gare in cui Raikkonen arriva terzo.

Con Verstappen ritirato subito, il quarto posto di Ricciardo segnala una bella rimonta dell’australiano che ha la meglio in un duello con Bottas per la quarta piazza con scontro annesso. Doveroso passo indietro del finnico a evitare guai con la giustizia sportiva.

Eccellente performance di Toro Rosso che porta Gasly al sesto posto. Era stato quarto in Cina. Poi Magnussen, Alonso, Sainz e Grosjean a completare i piloti a punti.

Sul futuro di Daniel Ricciardo ancora diverse ombre. “Avevo detto che avrei detto qualcosa sul mio futuro prima della pausa estiva ma devo chiedere scusa, perché non è successo nulla. Non ho ancora firmato. Non so, la situazione è un po’ complicata. Aspettiamo…

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *