Nostalgia Mourinho a Stamford Bridge e la Roma ci ha provato


I tifosi del Chelsea contestano l’addio a Mourinho ed accusano la squadra mentre la Roma avrebbe fatto un tentativo (respinto) per avere il tecnico portoghese

– di Marco Vigarani –

I tifosi del Chelsea in marcia verso Stamford Bridge (ph. AFP)

I tifosi del Chelsea in marcia verso Stamford Bridge (ph. AFP)

Jose Mourinho è molto più di un semplice allenatore di calcio. Amarlo o odiarlo fa parte del gioco ed in entrambi i casi il sentimento è talmente netto da superare le mere questioni tecniche o i risultati stagionali. Il tecnico portoghese ha rivoluzionato il modo di vivere e comunicare il calcio, ha strappato il galateo del pallone sia un campo che fuori non nascondendo l’orgoglio per i suoi successi nè vergognandosi di strappare un risultato utile anche difendendo con tutti gli effettivi a disposizione. Un uomo così non si può semplicemente allontanare con una nota sul sito condita da qualche ringraziamento e ieri il Chelsea ne ha avuto la riprova subendo una dura contestazione a Stamford Bridge da parte dei suoi stessi sostenitori. I tifosi londinesi infatti hanno instaurato da anni un feeling speciale con Mourinho ed in particolare in questa stagione imputano prevalentemente alla squadra i pessimi risultati assolvendo di fatto il mister lusitano. Alcuni componenti della rosa dei Blues come Hazard, Fabregas e Costa sono nel mirino della critica per non aver fatto nulla sul campo per difendere la panchina del portoghese ed è servito a poco il messaggio fatto trasmettere dal capitano Terry per ringraziare i fan dell’appoggio ricevuto in questi mesi difficili.

Striscione inequivocabile per Jose Mourinho (ph. AFP)

Striscione inequivocabile per Jose Mourinho (ph. AFP)

In occasione della gara di ieri contro il Sunderland, Stamford Bridge è apparso subito una polveriera mostrando numerosi striscioni in difesa di Mourinho, tanti tifosi si sono presentati sugli spalti portando con sè un’immagine dello Special One ed i fischi hanno sepolto l’ingresso in campo proprio dei tre atleti sopracitati. Non è bastata a placare gli animi la presenza in tribuna dell’icona Drogba insieme al presidente Abramovich e al futuro allenatore Hiddink così come il vantaggio per 2-0 in meno di un quarto d’ora. Anzi a quel punto i tifosi del Chelsea hanno intonato un coro di ulteriore contestazione alla squadra chiedendo: “Where were you at Monday Night? (Dove eravate lunedì sera?)”. Il riferimento è alla gara persa contro il Leicester capolista che ha portato all’accordo per la rescissione del contratto di Mourinho che intanto nelle scorse ore ha ricevuto una proposta per tornare ad allenare in Serie A. Egli infatti è già libero di firmare per un’altra squadra e, nonostante le smentite, ci avrebbe provato la Roma ormai delusa da Garcia e pronta ad esonerarlo. Mourinho sarebbe stato contattato direttamente a Londra durante una cena ma avrebbe immediatamente declinato la proposta.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *