Numeri da pareggio per un Bologna troppo schiacciato


Le statistiche rivelano che il Bologna si è fatto schiacciare dal Crotone affidandosi ai recuperi di Maietta e alla verve di Dzemaili

– di Marco Vigarani –

Anche a Crotone il Bologna non ha ritrovato il gol di Destro (ph. Zimbio)

Anche a Crotone il Bologna non ha ritrovato il gol di Destro (ph. Zimbio)

La vittoria del Bologna a Crotone lascia però numeri molto simili ad un pareggio sotto tanti aspetti statistici che meritano un approfondimento. A partire dal possesso palla che sorride leggermente agli emiliani (52%) che però hanno avuto il controllo soprattutto nella propria metà campo dominando nettamente le operazioni soltanto nel primo quarto d’ora della ripresa ovvero quello del maggior sforzo offensivo che ha portato anche al gol decisivo. Se poi guardiamo il conto dei tiri scopriamo una perfetta parità (11) rotta però dal fattore precisione visto che il Bologna ha trovato la porta 7 volte ed il Crotone soltanto 4. Qualche palla persa ed un corner in più inoltre per i padroni di casa che hanno cercato sicuramente anche con più insistenza il lancio lungo nel tentativo di innescare le proprie punte a caccia del pareggio. A differenza di quanto accaduto contro la Juventus però il Bologna è riuscito ad avere la meglio sugli avversari nel dato dei km percorsi anche se non con un vantaggio eclatante: 110,14 contro 108,37. A conferma delle difficoltà incontrate in Calabria dagli uomini di Donadoni va poi sottolineato che, pur mantenendo i reparti piuttosto compatti (lunghezza media 26 metri), i felsinei si sono fatti schiacciare nella propria metà campo tenendo il baricentro medio a meno di 46 metri.

Le statistiche di Crotone-Bologna offerte dalla Lega Serie A

Le statistiche di Crotone-Bologna offerte dalla Lega Serie A

Maietta, ex di turno, affronta Falcinelli (ph. ansa)

Ben sette palloni recuperati da un grande Mimmo Maietta (ph. Ansa)

Tirare in porta non vuol dire sempre fare gol e ne è un esempio lampante Mattia Destro che ha trovato in tre occasioni lo specchio difeso da Cordaz senza poter però mai festeggiare a differenza di Blerim Dzemaili che ha messo a segno una delle due occasioni avute. Proprio lo svizzero è poi stato insieme al fantasista Raffaele Palladino il re degli assist con 2 passaggi illuminanti ma anche il calciatore più picchiato dagli avversari con 4 falli subiti. Ancora una volta poi Domenico Maietta è stato prodigioso nell’arte del recupero palloni: ben 7 i suoi interventi decisivi in tal senso che lo rendono il migliore dell’incontro nella specialità. Non può invece essere soddisfatto della propria prestazione Adam Masina che ha perso ben 5 palle e fatto 4 falli rimediando nel finale di gara anche una giusta ammonizione. Meritano invece una menzione speciale tre ragazzi che hanno chiuso la gara con le migliori performance atletiche del pomeriggio: davanti a tutti Adam Nagy con 11,95 km percorsi seguito da Federico Di Francesco e Ladislav Krejci con 11,52. Il migliore del Crotone nella specialità è stato invece Palladino che si è fermato a 11,16 km.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *