I numeri premierebbero l’Inter, ma che prestazione per Maietta!


Le cifre della gara parlano di un dominio nerazzurro ma di un Bologna molto compatto che ha avuto da Maietta un’altra prova di grande spessore

– di Marco Vigarani –

In gol Perisic per l'1-1 da cui le squadre non si sono più mosse (ph. Zimbio)

Ivan Perisic è stato l’uomo più pericoloso del match (ph. Zimbio)

Nella mixed zone di San Siro, come spesso accade in caso di pareggio, ieri serpeggiava un sentimento latente di delusione. Sia i giocatori del Bologna che quelli dell’Inter sentivano di non aver fatto tutto il possibile per centrare i tre punti ma le statistiche sembrano dare ragione soprattutto agli uomini di De Boer. Se guardiamo i numeri della gara infatti notiamo un netto predominio dell’Inter nel possesso palla (61%), nei tiri totali tentati (20 a 4), in quelli in porta (7 a 3), nelle occasioni da gol (18 a 4) e nei corner (11 a 4). Una spiegazione del pareggio? Si può iniziare a cercare nella scarsa precisione degli uomini in nerazzurro che hanno trovato la porta di Da Costa solo con un tiro su tre. Sostanziale equilibrio invece tanto nelle palle perse quanto nei passaggi sbagliati anche se i nerazzurri sono stati più abili nel recupero palla. Non è invece una novità il fatto che il Bologna si sia affidato spesso al lancio lungo piuttosto che alle azioni manovrate preferite dai padroni di casa. Il dato migliore della prestazione degli uomini di Donadoni emerge analizzando le performance atletiche visto che i rossoblù hanno corso leggermente più degli avversari con 108,96 km contro 105,37 tenendo una buona compattezza tra i reparti (appena 25,57 m la lunghezza media della squadra) pur con un baricentro decisamente basso fissato in media ai 43 m di campo.

Le statistiche di Inter Bologna offerte dalla Lega Serie A

Le statistiche di Inter Bologna offerte dalla Lega Serie A

Un'altra grande prova per Mimmo Maietta (ph. ANSA)

Un’altra grande prova per Mimmo Maietta con 10.56 km percorsi (ph. ANSA)

Guardando le statistiche dei singoli giocatori le valutazioni complessive non cambiano troppo visto che i più pericolosi sono stati i nerazzurri Banega, Candreva e Perisic con due tiri nello specchio a testa mentre invece Icardi ha dimostrato di non essere nella sua miglior giornata sprecando con tiri fuori misura ben 5 delle 7 occasioni avute. L’uomo decisivo per l’Inter è quindi risultato il croato Perisic che non solo ha segnato il gol del pareggio ma messo nell’area del Bologna ben 6 cross risultando anche il miglior nerazzurro nei dati di corsa con 11,31 km percorsi. Meglio di lui solo il mediano Taider con i suoi 11,49 km ai quali vanno però aggiunti anche le 5 palle recuperate che lo collocano al secondo posto nella specialità alle spalle dell’esordiente Miangue (6): entrambi però hanno anche vanificato il proprio lavoro visto che l’algerino ha perso 6 palloni ed il baby belga 7. I peggiori però in fatto di palle perse sono stati altri due rossoblù come Dzemaili e Taider con ben 8 errori a testa; lo svizzero è stato poi insieme a Destro anche il calciatore più maltrattato con 3 falli subiti nel corso dell’incontro. Merita sicuramente una segnalazione infine anche il dato della performance di Mimmo Maietta che, dall’alto dei suoi 34 anni, è risultato il settimo miglior atleta sul campo percorrendo ben 10,56 km.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *