Nuova protesta del tifo: Arsenal-Leicester al via in silenzio


Dopo i prezzi dei biglietti del Liverpool, il tifo inglese protesta contro lo spostamento di data ed orario del big match Arsenal-Leicester. Entrambe le tifoserie potrebbero entrare con cinque minuti di ritardo

– di Marco Vigarani –

I tifosi del Leicester hanno invitato quelli dell'Arsenal a disertare i cori per 5 minuti (ph. Zimbio)

I tifosi del Leicester hanno invitato quelli dell’Arsenal a disertare i cori per 5 minuti (ph. Zimbio)

Sono passati pochissimi giorni da quando vi abbiamo raccontato della vittoria ottenuta dai tifosi del Liverpool sulla proprietà del club che aveva deciso improvvisamente di aumentare i prezzi di biglietti ed abbonamenti per la prossima stagione. Dall’Inghilterra arriva ora un’altra storia interessante che vede ancora una volta protagonista il pubblico degli impianti britannici in lotta contro le potenze che negli ultimi anni si sono impossessate del calcio, in questo caso specifico sono le emittenti televisive ad essere finite nell’occhio del ciclone. Domani infatti si disputerà il big match tra Arsenal e Leicester, una gara decisiva per la corsa al titolo e che inizialmente era stata programmata per il pomeriggio di oggi alle 16. Poche settimane fa però ecco che Sky Sports ha deciso di spostarla alla domenica alle ore 13 ovviamente con lo scopo di dare maggior visibilità ad una sfida teoricamente inutile diventata improvvisamente fondamentale e quindi molto attraente dal punto di vista commerciale. I tifosi del Leicester però non hanno accettato questa scelta e pertanto scelto la via della protesta civile: boicottare i primi 5 minuti ed entrare allo stadio soltanto a gara iniziata.

Tale proposta arriva dal gruppo organizzato denominato Union FS che in una nota ha spiegato i motivi della decisione invitando anche i sostenitori dell’Arsenal ad unirsi alla protesta. “Hanno spostato la gara – si legge – con un preavviso di poco più di tre settimane causando molti disagi ai fan che hanno dovuto riorganizzare i viaggi o in molti casi  perdere trasporti o alloggi prenotati in anticipo. Questo genere di cose succede troppo spesso: i tifosi partita in corso sono maltrattati sia dai club che aumentano continuamente i prezzi dei biglietti, sia dalle tv spostano l’orario delle partite pensando solo ai telespettatori. Chiediamo ai fan del Leicester di boicottare i primi cinque minuti di gioco e ai tifosi dell’Arsenal di mostrare il sostegno per la protesta su una questione che riguarda i sostenitori di tutte le squadre“. Anche se il tecnico dei Gunners Wenger ha chiesto ai sostenitori di desistere dalla manifestazione, sembra che anche i gruppi organizzati dell’Arsenal possano aderire alla richiesta annullando il tifo per i primi cinque minuti dell’incontro.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *