Obiettivo vittoria: Sassuolo mai sconfitto al Dall’Ara


Nei due precedenti il Bologna non è mai riuscito a battere il Sassuolo al Dall’Ara mentre Donadoni e Di Francesco non hanno mai pareggiato

– di Marco Vigarani –

Un'immagine di Bologna-Sassuolo del 2014 (ph. Zimbio)

Un’immagine di Bologna-Sassuolo del 2014 (ph. Zimbio)

Stasera al Dall’Ara il Bologna andrà a caccia della prima vittoria casalinga in questo nuovo derby emiliano che finora ha portato poca fortuna ai colori rossoblù. Soltanto due i precedenti in Serie A contro il Sassuolo e mai i felsinei sono riusciti ad ottenere i tre punti: dopo uno scialbo pareggio senza gol nel 2014 è infatti arrivata una sconfitta a fine agosto nel 2015 vendicata poi a gennaio 2016 con un successo per 2-0 al Mapei Stadium di Reggio Emilia. È curioso notare come quel Sassuolo che arrivò per la prima volta al Dall’Ara oltre due anni fa non è poi cambiato così tanto soprattutto nella sua spina dorsale visto che Cannavaro comanda ancora la difesa ed in mezzo al campo Magnanelli, Biondini e Missiroli sono ancora spesso e volentieri protagonisti. Di quel Bologna invece nessuno veste più la maglia rossoblù, nemmeno Acquafresca che allora subentrò e che oggi vive da fuori rosa il suo ultimo anno di contratto. In realtà però la formazione di Donadoni è molto cambiata anche solo rispetto all’ultimo Bologna-Sassuolo visto che probabilmente di quell’undici oggi rivedremo in campo solo Maietta e Mbaye. Ecco i due tabellini dei precedenti:

2013/14 – 9 marzo 2014, 0-0
2014/15 – 29 agosto 2015, 0-1 (Floro Flores)

Saphir Taider con la maglia del Sassuolo (ph. Zimbio)

Saphir Taider con la maglia del Sassuolo (ph. Zimbio)

Pochi precedenti per la gara odierna ma anche pochi ex visto che il Sassuolo non ha in rosa giocatori con precedenti in maglia rossoblù mentre invece il Bologna ha tra i suoi tesserati solo due ex neroverdi, entrambi oggi potenzialmente titolari. Si tratta di Saphir Taider che militato nella compagine modenese in 27 occasioni nell’annata 2014/15 segnando anche 3 gol (tra i quali il primo di un calciatore straniero della storia del Sassuolo in A) e di Sergio Floccari che è stato ceduto proprio dal Sassuolo al Bologna nello scorso mercato di gennaio dopo due anni in neroverde conditi da 51 presenze e 7 gol. Precedenti leggermente favorevoli a mister Donadoni nei confronti del Sassuolo (3 vittorie e 2 sconfitte) così come può sorridere Di Francesco per la sua storia con il Bologna (3 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta) mentre invece tra i due tecnici regna totale equilibrio (2 vittorie a testa).

Infine una nota sull’arbitro odierno, il pistoiese Massimiliano Irrati, 37 anni, che giunge oggi al Dall’Ara alla sua 60esima direzione di gara in Serie A. Visti i precedenti, può sorridere soprattutto il Bologna che non ha mai rimediato una sconfitta (1 vittoria e 3 pareggi) mentre invece il Sassuolo non ha mai vinto (2 pareggi e 2 sconfitte in A).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *