Oggi Albania-Italia ad alta tensione: si decide futuro degli Azzurri


Vincere per essere in prima fascia ai playoff ma soprattutto per placare le critiche: l’Italia oggi sfida l’Albania in un momento difficilissimo della propria storia

– di Marco Vigarani –

Il ct Ventura sconsolato durante Italia-Macedonia (ph. Zimbio)

Fino a poche settimane fa nell’ambiente azzurro dominava la speranza se non addirittura la spregiudicatezza. Poi sono arrivate in sequenza la scoppola per mano della Spagna e le figurette contro Israele e Macedonia e tutto è cambiato. Non solo l’Italia ora è certa di doversi giocare l’accesso al Mondiale attraverso le insidie dei playoff, ma soprattutto ha perso in 180′ tutte le speranze per non dire le certezze accumulate nei mesi precedenti. Le scelte di Ventura e l’atteggiamento dei singoli giocatori hanno portato a prestazioni talmente disarmanti da gettare nello sconforto anche i sostenitori più fedeli. Dalle Alpi alla Sicilia non c’è più nessuno disposto a credere ciecamente ai proclami di chiunque vesta la maglia della Nazionale che vive oggi il momento peggiore degli ultimi dieci anni ed uno dei più critici della propria storia recente. Paradossi mai risolti, ricambio generazionale bloccato, alibi travestiti da polemiche ed una mentalità provinciale che si tramuta in delusioni cocenti: questa è l’Italia che stasera sfida l’Albania.

Il ct Ventura in conferenza stampa ha proseguito il suo gioco delle tre carte professando sorrisi ed ottimismo: “Sono assolutamente sereno, mi aspetto un passo avanti rispetto al secondo tempo con la Macedonia però abbiamo centrato quasi tutte le partite e sono assolutamente soddisfatto. Se supereremo i playoff le cose fatte si riveleranno utili. Nella riunione che i ragazzi mi hanno parlato dello spirito necessario per essere protagonisti e ho chiesto loro di spiegare ai giovani cosa significa indossare la maglia azzurra“. A dare supporto al tecnico anche il capitano Buffon dopo i venti di rivolta dei giorni scorsi: “Non c’è nessuna fronda contro Ventura. In certi momenti si cerca di affrontare le difficoltà con tutto il gruppo. Volevamo darci un messaggio: scuoterci. E sostenere l’allenatore“.

Parole che contano poco più di zero. Stasera serve soltanto una vittoria per entrare di diritto nel gruppo delle migliori seconde classificate, passare ai playoff come testa di serie e conseguentemente avere un avversario più morbido che oggi uscirebbe da questo lotto: Irlanda del Nord, Svezia, Slovacchia e Grecia. Con l’incognita Croazia. Ventura sceglierà di tornare al 4-2-4 disastroso visto contro Spagna ed Israele nonostante l’assenza di Belotti e l’incosistenza acclarata del centrocampo. Fischio d’inizio alle 20.45.

ALBANIA (4-5-1): Berisha; Hysaj, Mavraj, Ajeti; Roshi, Lila, Basha, Memushaj, Grezda; Sadiku. All. Panucci
ITALIA (4-2-4): Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Parolo, Gagliardini; Candreva, Immobile, Eder, Insigne. All. Ventura

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *